Addio sovranità alimentare: Monti dichiara illegale l’agricoltura a “chilometro zero”

km 0Chi controlla il petrolio controlla le nazioni, chi controlla il cibo controlla il popolo“, è questo il pensiero di Henry Kissinger, ex Segretario di Stato dell’era Nixon e Ford e membro portante del gruppo Bilderberg.

Forse la possente azione dell’Unione europea, imbastita per dare l’assalto alla sovranità alimentare dei singoli stati, ha avuto origine da questo spassionato consiglio del famoso politico statunitense.

Fin dal 1998 è in vigore una direttiva comunitaria che riserva la commercializzazione e lo scambio di sementi alle ditte sementiere (Monsanto e altre multinazionali) vietandolo agli agricoltori. Ciò che i contadini hanno fatto per millenni è diventato un reato. Per far fronte a questa imposizione sono nate varie associazioni di volontari impegnati nel recupero delle varietà antiche e tradizionali, con lo scopo di preservare e distribuire a chi le richiede, sementi fuori dal catalogo uffìciale affidato alle mani delle multinazionali.

Con sentenza del 12 luglio, la Corte di Giustizia della UE ha confermato il divieto di commercializzare le sementi delle varietà tradizionali e diversificate che non sono iscritte nel catalogo ufficiale europeo.

Con questa sentenza sono messe fuorilegge anche le suddette associazioni di volontari. Essi sono criminali delle sementi, sporchi tradizionalisti che mirano alla condivisione incontrollata del bene comune.

Ma non è finita qui.

Il nostro premier golpista Mario Monti ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale contro l’agricoltura a “chilometro zero”. In pratica il governo vuole bloccare alcuni atti normativi della Regione Calabria, rea di aver legiferato oltre la sue competenze stabilite in materia.

Secondo il governo oligarchico la legge regionale contiene delle disposizioni che, nel favorire la commercializzazione dei prodotti regionali, ostacolerebbero la libera circolazione delle merci in contrasto con i principi comunitari. In sostanza, la normativa regionale viene considerata alla stregua di un provvemento di natura quasi autarchica tale che i prodotti regionali avrebbero un vantaggio considerato contrario al principio di libera circolazione delle merci rispetto ai prodotti extraregionali.

(Qui troverete, sul nostro server, il Comunicato ufficiale del governo tecnocrate contro l’agricoltura a “Km zero”, stranamente rimosso dal sito del governo italiano).

E’ chiaro che il ricorso mira a liberare il campo alle multinazionali da qualsiasi tipo di concorrenza.

Distruggono le aziende locali, devastano il tessuto sociale e rendono il popolo completamente dipendente da strutture extraterritoriali e multinazionali senza scrupoli. Annientano la tradizione, distruggono l’identità e le coscienze per imporre il loro progetto di governo mondiale.

Il controllo delle sementi, quindi dell’agricolura, e di conseguenza degli alimenti è il chiaro segno che si aprono il varco per l’introduzione delle colture Ogm.

Attentano alla basi della coesione sociale. L’agricoltura, ricordiamolo, è un bene comune nato 10.000 anni fa. Da quando l’uomo ha fatta propria questa arte, sono nati i primi centri urbani, le prime aggregazioni civili, è stata la base dello sviluppo della società che oggi andiamo demolendo.

Il culto dell’ugualianza e dell’omologazione sta per convertire le diversità agro-alimentari.

Quando tutto il cibo apparterrà alle multinazionali come faremo? E’ questa l’anticamera della nuova schiavitù?

link correlati:

L’Ue e il governo Monti proscrivono anche la sovranità alimentare

Nove Semi (Navdania) – La Biodiversità di Vandana Shiva

L’Europa cancella le sementi tradizionali

Unione europea: dittatura delle sementi

Le Multinazionali della morte: L’uomo della Mon(santo) ha detto si!

Il codex alimentarius, la paura alimentare del nuovo millennio

Dove portano gli Ogm

L’Ue e la dittatura delle sementi

Il mondo secondo Monsanto

Autore: Italo Romano / Fonte: oltrelacoltre.com

Commenti

Ritratto di Anonimo

Anonimo

La storia della Calabria è vera e precisa...purtroppo :-(

MA la questione della commercializzazione è una mezza bufala, ho letto per bene la sentenza ,tra l'altro che nasce dal litigio di 2 produttori di cui uno associazione (Baumaux e Kokopelli), non si evince divieto di commercializzazione delle sementi autoctone se non senza previa registrazione ai registri locali o nazionali. In Italia questa è gratuita per le sementi tradizionali (quelle commerciali hanno un costo).

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Perchè non esiste un registro ufficiale dei bulloni e delle viti?», si domanda la sconfitta Kokopelli. Forse perché non c’è una Monsanto della minuteria metallica.

http://www.disinformazione.it/UE_vieta_sementi_tradizionali.htm

il fatto è che non c'è ragione di imporre un registro sulle sementi, che non abbia come fine quello di limitarne la diffusione privatizzandola e sottoponendola al controllo delle multinazionali.

Chiunque deve poter selezionare i semi (non sterili, come quelli ogm, che creano dipendenza e sottoposti a copyright) per coltivare il proprio orto e condividerne i risultati con chi vuole: perché dovremmo andare a registrarli? È la registrazione in sé ad essere nazista. Fra un po' ci imporrano di registrare varietà di aria e di acqua e anche le parole: le varietà di sementi sono dello stesso genere dell'acqua, dell'aria e delle parole! Non si può vivere senza

Inoltre, da quello che ho letto, mi sembra che DI FATTO non sia gratuita: l'atto di registrazione va accompagnato con la certificazione di esami di laboratorio e altre robe non proprio gratuite.

La cosa grave che va segnalata è anche la distruzione della biodiversità -necessaria per il controllo nazista delle corporazioni, che hanno bisogno di stabilire degli "standard" trascendenti e universali, per "governare"- oltre alla distruzione delle economie locali e alla cattura per fame delle popolazioni. Al "potere" è necessario strappare ai sudditi ogni forma di autonomia. La UE è funzionale a questo processo e non è riformabile.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Quello che non è venuto in mente a nessuno è: "Se io registro una varietà tradizionale, ne divento possessore di copyright?". Mi sembra una stupidaggine, e allora a che pro registrarla?

Già vi sono molte difficoltà per la vendita a km 0, norme da rispettare, locali da sottoporre a verifiche ASL, se si vuole evitare la vendita "AL DETTAGLIO" poco possono con la vendita su Campo. Vediamo se metteranno dei paletti anche a quella!

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Sto guardando in questo periodo il documentario di Mazzucco sulla "vera storia della marijuana" e la figura di Ford è trattata in modo molto diverso, era anzi un ecologista ante litteram se vogliamo dirla tutta, in netto contrasto con Rockfeller e soci... mettere Ford nel calderone dei capitalisti ottusi e demoniaci mi sembra esagerato ed inopportuno e soprattutto non aiuta a capire, visto che se Ford avesse mandato avanti le sue idee e non fosse stato boicottato il mondo oggi sarebbe diverso, meno petrolio e più energie alternative... occhio a generalizzare, che si fanno danni inutili!

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Forse il documentario di Mazzucco non è del tutto esauriente. Proprio per non generalizzare andrebbe valutata la sua persona dopo aver approfondito molti altri aspetti. Certo, era figlio dei suoi tempi ma la scarsa considerazione che ha sempre avuto dell'essere umano non va ignorata. Non nascondiamoci dietro i famosi 5 dollari al giorno. Le condizioni di lavoro nelle sue fabbriche oggi risulterebbe una violazione non delle regole sindacali, ma dei diritti umani!

Ritratto di Anonimo

Anonimo

È quello a cui ci vogliono portare, per predisporci a una guerra, concordo sul fatto che non si possa continuare a crescere ai ritmi attuali, la natura sta soffocando, ma SCIEE CHIMICHE, CENTRALI NUCLEARI, OGM, ATTACCHI PSICOLOGICI, CRISI ECONOMICA, FINTA DEMOCRAZIA, E CHI PIÙ NE HA PIÙ NE METTA, NON DEVONO PORTARCI ALLA VOGLIA DI FARLA FINITA!!!!! Questa è la nostra vita, basta farci illudere dal dio denaro!!!! riscopriamo un attimo i veri valori della vita, e il sistema cadrebbe senza 1 colpo di fucile. evitiamo i grandi supermercati, al dettaglio costa di più? allora non fumare che risparmi quei 5 € preziosi, oppure evita di usare il telefonino inutilmente, o tanti altri vizi inutili che non ti fanno arrivare a fine mese, Il tuo problema economico è piu grande di tutto questo???? Riigraiziamo a cucire una vera società anche coi vicini di casa, aiutandoci a vicenda!!!!!!! come nei piccoli paesini...questo è il modo di combattere sti diavoli, se poi vorranno comunque usare le loro armi per farci fuori tutti quasi....beh, fatelo pure io sono pronto! MATTIA POJER

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Da tempo faccio il possibile per disobbedire al Sistema. In caso di rivoluzione sarò in prima linea, spero solo si faccia presto, oramai siamo al culmine della sopportazione. Me ne frego delle leggi fatte così, scelgo km zero o autoproduzione e mi faccio le sementi da sola e le spaccio. I politici li manderei a zappare la terra, tanto per farsi un po' di cultura.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Purtroppo ci sono persone che per problemi finanziari (causati per lo più dallo Stato), hanno deciso di togliersi, la vita. E allora chiedo, noi siamo impossibilitati a fare qualcosa nei confronti di queste persone, ma loro, hanno purtroppo ormai fatto questa scelta, MA PERCHE' PRIMA DI FARLO, NON VANNO AD ELIMINARE (PROPRIO FISICAMENTE) UN PERSONAGGIO POLITICO?? Chi prende prende, non cè il meno peggio. Sono tutti da eliminare.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

e sono della stessa opinione.

Nel senso, per fare quella fine tanto vale farla con onore e che serva a qualcosa no?

Avessero fatto tutti cosi quelli che si sono ammazzati magari qualche potente avrebbe un po' più paura a mettere piede fuori casa. E magari ci penserebbero 2 volte prima di continuare a spremere sempre i soliti e a pensarsi intoccabili.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

è proprio come dice anonimo qui sopra: non possiamo considerarci al di fuori di questa espropriazione, perché anche noi con la nostra testa bassa, abbiamo accettato supinamente tutte le porcate che ci hanno propinato i vari poteri e governi.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Il Sistema si dovrebbe contrastare con una disobbedienza civile generale e... a quando una bella rivoluzione per eliminare i veri traditori dell'Umanità?

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Per quale motivo? Il fatto stesso che siete vivi e avete la possibilità di parlare apertamente è indice di libertà.

Siete liberi di andare dove nessuno vi controlla al prezzo di una vita solitaria e "naturale". Il caos non ha mai portato buone novelle per la civiltà.

Disobbedire non seve a nessuno. Disobbedienza presuppone che ci sia un'imposizione da parte di qualcuno. Nessuno bussa alla tua porta per dirti cosa devi o non devi fare. A parte pagare le tasse!

Nessuno ti obbliga a rimanere in uno stato civile puoi liberamente scegliere di andartene.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Siccome siamo noi lo Stato, dobbiamo decidere NOI chi dei delegati infami se ne deve andare dallo Stato Civile...

ma secondo te chi compone lo Stato Civile? Quattro vermi autocrati messi in fila, o il popolo Sovrano?

Ritratto di Anonimo

Anonimo

"Siccome siamo noi lo Stato, dobbiamo decidere NOI chi dei delegati infami se ne deve andare dallo Stato Civile".

Verissimo ma non con la disobbedienza. Con quella non oterrete nulla! Iniziate a farvi sentire con idee nuove e farvi eleggere dal popolo sovrano. Solo così cambieremo il mondo ed il modo di andare avanti.

"Ma secondo te chi compone lo Stato Civile? Quattro vermi autocrati messi in fila, o il popolo Sovrano?"

Il popolo sovrano. Mai dubitato di questo. 1000 e passa sono anche troppi ma non sono nessuno senza i 60 milioni dietro.

Nessuno bussa alla tua porta per dirti cosa devi o non devi fare. A parte pagare le tasse!

E non mi risulta che alle ultime elezioni ci siano state rappresaglie da parte delle forze dell'ordine per "dirigere" le votazioni. Chi ha votato alzi la mano e almeno la metà di quelli si vergogni perchè oggi nasconde la mano dopo aver tirato il sasso.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

A questa tua richiesta nessuno alzerà la mano, infatti non risulta che il governo Monti sia stato eletto democraticamente dal popolo italiano... con molta probabilità ti riferisci alle precedenti elezioni, ma noi qui stiamo discutendo dell'attuale governo.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Nessun governo italiano è mai stato votato dal popolo. Il popolo vota per il parlamento, che a sua volta vota il presidente del consiglio che forma il governo.

Il governo Monti è totalmente democratico ed è stato eletto dai partiti che avete votato democraticamente.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Vedi tu fai parte di quelle persone mentalmente controllate da questo sistema, informati sulla MONSANTO, guarda dove ha lo stabilimento in America, leggi cos'ha creato, invece di prenderti tempo a farti seghe mentali su i cospizionaristi, inizia a guardati veri documentari e non quello che fa venere la televisione pubblica!!!!! Un giorno ti diranno, ecco ora vi abbiamo tutti sotto controllo, non lamentatevi e vivete da schiavi. e tu sarai tra i primi ad abbassare la testa e a vivere, respirare come dici te! tu definisci libertà la situazione mondiale che stiamo vivendo? secodo me sei il nipote di MONTI, anzi io non rimango piòùanonimo, se vuoi cercami pure. MATTIA POJER!!!!!!!!!!!

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Sono contraria alla violenza, ma ora come ora quello che ci vuole è un insurrezione popolare contro queste mXXXe che ci manipolano...Non si può stare a guardare e basta ci stanno annientando e il brutto è che la compressione generale ci sta mettendo l'uno contro l'altro!

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Prima ci hanno tolto la sovranità monetaria, poi abbiamo perso la sovranità come popolo, ora quella agricola...di questo passo cosa ci resterà? Son dell'opinione che Monti se ne deve andare quanto prima, che non si può aspettare fino a marzo, da qui ad allora può combinare casini infiniti senza poter far marcia indietro come mai era capitato prima d'ora.