Putin accoglie positivamente la vittoria di Trump

Vladimir Putin e Donald TrumpNel congratularsi con Donald Trump per la vittoria, il presidente della Russia Vladimir Putin si augura un miglioramento dei rapporti diplomatici fra i due paesi, che sono al punto più basso dai tempi dellla Guerra Fredda. Mentre il leader del Cremlino si rallegra per la sconfitta di Hillary Clinton, i media filo governativi hanno ammesso che i russi con le rivelazioni Wikileaks dei giorni scorsi sullo scandalo delle email di Clinton hanno aiutato Trump.

Russia è stata accusata di aver sostenuto Trump nelle elezioni e a Mosca, un politologo politico vicino al Cremlino, Sergei Markov, ha festeggiato l’esito del voto, scrivendo che con Trump presidente le chance di un accordo sulla Siria con la Russia sono salite e si riducono quelle di un sostegno degli americani alla “alleanza terrorista in Ucraina”.

Markov nega che i russi abbiano interferito nell’andamento delle elezioni, ma ha concesso che “forse abbiamo aiutato un po’ con Wikileaks”. Anche se alcuni in Russia stanno celebrando il trionfo di Trump, che ha detto di apprezzare Putin, altri “più seri” si renderanno conto che ci aspetta un periodo imprevedibile, secondo Alexei Venediktov, capo redattore della radio liberale russa Eco di Mosca.

“A Putin non piace l’incertezza e Trump è la definizione dell’imprevedibilità”, dice il giornalista. Gli anti europeisti “hanno festeggiato la Brexit e poi Boris Johnson è diventato Segretario degli Esteri e devono aver pensato: ‘O mio dio, cosa sta succedendo'”?

Secondo Venediktov in Siria e Ucraina, due aree chiave dove Russia e Stati Uniti sono ai ferri corti, c’è una differenza di idee politiche tra Trump e Clinton alla Casa Bianca, ma quello che è più interessante è cosa accadrà nei Paesi del Baltico. Il giornalista si chiede se Trump deciderà di riportare a casa i soldati americani schierati in quella regione.

L’ambasciatore Usa in Russia John Tefft ha ricordato che i rappresentanti diplomatici non devono esprimere opinioni personali sulle elezioni, aggiungendo che “a prescindere dal parere personale, uno degli aspetti fondamentali da capire in questo momento è che le attività delle nostre istituzioni in America continuano” regolarmente.

A prescindere dalle dichiarazioni di circostanza, molti diplomatici americani in Russia si stanno senza dubbio interrogando sul possibile cambiamento delle strategie politiche americane in Russia ora che Trump è commander in chief.

L’ex ambasciatore americano in Russia, Michael McFaul, ha scritto questo su Twitter: “Putin è intervenuto nelle nostre elezioni e ha avuto successo“.

Autrice: Daniele Chicca / Fonte: wallstreetitalia.com

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.