Raccontare frottole sul meteo

GeoingegneriaUn fronte di bassa pressione preme dal Nord Atlantico, ma è costantemente bloccato dalle diuturne attività di aerosol clandestine che, attualmente, si concentrano sulle coste settentrionali della Francia e su gran parte della Penisola iberica.

In questo contesto il Centro Europa è caratterizzato da temperature elevate, cielo sgombro da "cumuli da bel tempo" e piogge inesistenti, anche se la consistente evaporazione sul Mediterraneo dovrebbe contribuire alla formazione di nubi.

Così, infatti, dovrebbe essere, ma i valori di UR sono scientificamente mantenuti bassi, grazie alla dispersione di particolati igroscopici, in special modo nelle ore notturne. Tale diffusione si manifesta nelle fitte nebbie e foschie di ricaduta. Sono brume di nanoparticolati tossici tipicamente circoscritte agli strati più bassi dell'atmosfera e che non superano i 1.500/2.000 metri di altitudine, come ben sanno i piloti commerciali che sono stati vittime della di sindrome aerotossica [1]. Questo dettaglio si rivela significativo, se si considera che le operazioni con fini igroscopici (volte cioè a ridurre drasticamente l'umidità atmosferica) vengono svolte alla base del cumulo. A questo proposito, ci viene in soccorso il voluminoso testo: "Weather modification - Final Report", redatto e pubblicato nel 2001, nel quale vengono descritte le tecniche di inseminazione delle nubi, sia per indurre le piogge sia per inibirle. Nel capitolo relativo al cloud seeding finalizzato alla dispersione di nuvolosità che potrebbe cagionare precipitazioni piovose, sono interessanti le seguenti righe:

"In many regions of the world, cumuliform clouds are the main precipitation producers. Cumuli (from small fair weather cumulus to giant thunderstorms) are characterized by vertical velocities often greater than 1.0 m s-1 and, consequently contain high condensation rates.

They can contain the largest condensed water contents of all cloud types and can yield the highest precipitation rates. Their strong vertical currents can suspend particles for a long enough time for them to grow to large sizes (hail, large raindrops). For these reasons, cumulus clouds appear to be candidates for modification according to both the static and the dynamic seeding hypotheses".

"In molte regioni del mondo, le nuvole cumuliformi sono le principali generatrici di precipitazioni. I cumuli (dai cumuli da bel tempo sino a quelli enormi legati alle tempeste) sono caratterizzati da velocità verticali spesso superiori ad un metro al secondo; di conseguenza contengono tassi elevati di umidità. I cumuli possono contenere acqua condensata in quantità maggiori rispetto a tutti gli altri tipi di nembi e possono fornire piogge copiose. Le loro forti correnti verticali possono lasciare in sospensione le particelle (nuclei di condensazione) per un tempo abbastanza lungo tale da permettere loro di ingrossarsi. Per queste ragioni, i cumuli sembrano essere i candidati migliori per interventi di modificazione meteorologica".

È chiaro il motivo per cui i cumuli da bel tempo sono completamente assenti nei nostri cieli, da qualche anno a questa parte. Il motivo è costituito dal fatto che essi vengono distrutti (o ne viene prevenuta la formazione) per meri obiettivi militari e politici. Le conseguenze sono evidenti, ma la maggior parte della popolazione non si avvede della guerra climatica in atto, grazie anche alla manipolazione mentale perpetrata dai meteorologi militari e civili. Costoro, anche attraverso un impiego massiccio dei media, hanno inculcato l'idea che una giornata serena e soleggiata debba essere sgombra di nubi. Il particolare è apparentemente insignificante, ma se si tiene conto che i nembi si formano, per via dell'evapotraspirazione e soprattutto con le temperature elevate, anche sulle zone desertiche, capite che c'è qualcosa che non va...



>Chi sono allora i responsabili? Basta ascoltare i graduati che cianciano in televisione. Basta leggere le menzogne dei loro lacché sui portali di meteorologia, per comprendere che costoro sono dei criminali e che vi stanno ingannando. In un mondo normale, essi dovrebbero essere processati e condannati ai lavori forzati da un tribunale per crimini di guerra in tempo di pace; invece questi gaglioffi vengono indorati e vezzeggiati e per di più remunerati con i denari di cittadini spesso ignari. Davvero qualcosa non quadra...

[1] Tutti i casi di sindrome aerotossica si registrano sempre durante la fase di salita oppure durante la fase di discesa e cioè in quella zona di atmosfera (1.500-2.000 metri) a più elevata concentrazione di particolato neurotossico, costituito da diversi elementi igroscopici quali, in primis, l'alluminio ed il bario.

Le Previsioni per i prossimi giorni in Italia si possono leggere nell'articolo originale commentato dai lettori dove si può proporre un proprio commento.

NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

Autore: Straker

Fonte: tankerenemymeteo.blogspot.com

Altri canali informativi:tankerenemy.com - Scie Chimiche (Chemtrails) - TANKER ENEMY TV

Commenti

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Acceso Me, 04/07/2012 - 18:47 - Vivo nel nord-Italia e oggi le temperature si sono abbassate e si è scatenato un violentissimo acquazzone con tanto di temporali. leggere tutte queste cose riguardo assenza di nubi, assenza di precipitazioni e temperature elevate proprio oggi suona terribilmente ridicolo.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Acceso Gi, 05/07/2012 - 12:24 - Può essere che ci siano attività di aerosol, ma arrivare ad affermare certe cose è follia pura... Peraltro non rispondente a verità, perché io vedo l'Appennino Settentrioale tutti i giorni ed i cumuli si formano sempre e come sempre! Quando ad Aprile e Maggio il tempo era spesso instabile e perturbato gli aerei erano in ferie?.....

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Acceso Do, 08/07/2012 - 16:18 - Chiaramente per motivi strategici, ci sono zone pesantemente irrorate e altre meno. Io vivo in pianura padana e posso confermare ciò che dice l'articolo. Le neoformazioni locali possono sfuggire alle attività. Quello che interessa loro sono le perturbazioni di grossa entità: a quel punto vengono soppresse sul nascere o vengono dirottate....

Qui il problema siccità è cosa assai grave...

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Acceso Gi, 05/07/2012 - 23:14 - Vieni in toscana, visita il bilancino e guarda i fiumi, i violenti temporali fanno solo danni e non servono a niente, è siccità!

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Acceso Sa, 07/07/2012 - 17:14 - Proprio cosi sconcertato da far di una singola pioggia una ordinaria precipitazione che si ripete abbastanza di frequente? Non piove affatto ed un singolo acquazzone può anche essere che è sfuggito ai calcoli. Del resto si può giocherellare con la natura, ma non si può soppiazzarla. E questo giocherellare avrà le sue conseguenze....

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Acceso Do, 08/07/2012 - 01:40 - Da me problemi di siccità non ce ne sono e anche d'estate le precipitazioni non sono una stranezza. Per il resto pensatela come volete, è facile convincersi di qualsiasi qualcosa.