Alcol e droghe: un segnale di allarme dell’anima

Alcol e drogheNel convincere gli esseri umani che non c’è Dio, che non c’è la Provvidenza e la speranza di una vita dopo la morte, i pensatori materialistici li hanno derubati di quella realtà che da senso alla vita umana: la realtà dell’anima e dello spirito.

Proclamano che la religione sia “l’oppio dei popoli” e che l’essere umano può essere perfettamente felice fintanto che ha sufficiente cibo, un tetto sopra la testa e la possibilità di studiare e crescere una famiglia.

Ma è questo quel che vediamo nella realtà?

No. Anche quando il corpo fisico dell’essere umano, il suo cuore e il suo intelletto hanno tutto ciò che può chiedere, egli non è necessariamente felice o soddisfatto; vediamo prova di questo ogni giorno.

E perché non è soddisfatto?

Perché non ha nutrito la sua anima e il suo spirito ed essi sono ancor affamati e assetati.

Ecco perché l’aumento vertiginoso delle droghe, specialmente nei giovani, è un segnale di allarme. È un segno che l’anima sta cercando di far comprendere i suoi bisogni: le anime umane sono soffocate e l’uso delle droghe è un tentativo di trovare uno “sfiato”.

Ci hanno detto che l’umanità doveva respingere l’oppio della religione, ma stiamo forse meglio con la marijuana, l’eroina e la cocaina?

L’anima ha bisogno dello spazio infinito. Quando si sente con le spalle al muro soffoca, ed è allora pronta ad afferrare ogni mezzo per potersi liberare.

L’alcol e le droghe sono tra questi mezzi perché hanno la proprietà di distaccare l’anima dal suo corpo fisico e dargli, anche se per pochi minuti o comunque per un tempo limitato, l’illusione della libertà e dello spazio.

I giovani prendono le droghe perché non sanno come soddisfare in altro modo il bisogno di libertà della loro anima. Ma questa non è una soluzione perché la droga è semplicemente una sostanza chimica somministrata al corpo e non è il corpo che sta reclamando libertà, ma l’anima. Quindi questa non può essere la soluzione.

Non solo le droghe non sono in grado di soddisfare i bisogni dell’anima, ma distruggono anche il corpo. Ecco perché dico che nessuno dovrebbe mai usarle, mai. Non ci sono pretesti. La gioia, la libertà, la realizzazione e la espansione dell’anima devono essere cercate con mezzi spirituali.

Un vero adepto della Scienza Iniziatica non si affida mai a mezzi esterni. Sa che Dio gli ha dato tutti i poteri: i doni e le sostanze chimiche di cui ha bisogno sono tutte in lui ed è solo in se stesso che le deve trovare. Ovviamente questo processo non avviene in un giorno, ci vogliono tempo e sforzi, ma ne vale la pena.

Quando trovate il vostro nutrimento nelle regioni sublimi dell’anima e dello spirito, la vostra fame resterà soddisfatta per giorni e giorni, poiché gli elementi del mondo divino sono così ricchi che anche un solo assaggio è abbastanza per dare un senso di abbondanza e di pienezza che starà con voi per sempre. Niente potrà più portarvi via questa sensazione di eternità e immensità.

Tratto da “What’s the answer”, di O.M. Aivanhov (seguace e allievo di Peter Deunov), 1990, editions Prosveta Frejus Cedex / Autore: Omraam Mikhaël Aïvanhov / Foto di pixabay.com / Fonte: saluteolistica.blogspot.ch

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.