Gli scienziati perdono traccia di 900 asteroidi vicini alla Terra

Gli scienziati perdono traccia di 900 asteroidi vicini alla TerraDi recente un asteroide delle dimensioni di un autobus è passato "vicino" alla Terra, in questo caso a una distanza considerata sicura, a poco più di 200mila chilometri dal nostro pianeta. La Terra, al di là di episodi come quello che ha causato l'estinzione dei dinosauri, è sempre stata esposta a questi oggetti. La NASA ha una categoria speciale per gli asteroidi vicino al nostro pianeta (50 milioni di chilometri), composta da decine di milioni di rocce spaziali, sebbene contengano solo quelle più grandi.

Infatti, nel 2005 il governo degli Stati Uniti ha chiesto alla NASA di scoprire il 90% di questi asteroidi (140 metri o più), poiché sono quelli che hanno maggiori probabilità di causare danni alla Terra, in caso di impatto. Ed è esattamente questo disco che è stato perso, secondo un rapporto rivelato dagli astronomi dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics(1) nel Massachusetts, che afferma che circa l'11% dei 17.000 asteroidi vicini alla Terra identificati dal Minor Planet Center l'Unione Astronomica Internazionale tra il 2013 e il 2016 è attualmente senza coordinate note, quindi non possono essere seguite o confermate.

Secondo il rapporto, l'errore si è verificato nell'invio di conferma a una fonte secondaria dei nuovi candidati da classificare come "asteroide vicino alla Terra". "Dobbiamo agire in fretta. Domani questo oggetto potrebbe essere dall'altra parte del cielo e nessuno sa dove sarà il prossimo", ha detto Peter Vereš del Minor Planet Center.(2)

L'astronomo ha aggiunto che, sebbene per ora non si sappia quanto questi oggettti siano vicini alla Terra e tantomeno la loro futura ipotetica traiettoria di avvicinamento verso il nostro pianeta, si dubita che siano molto grandi e implichino un vero pericolo per il nostro pianeta. "Crediamo di sapere dove si trovano gli oggetti più grandi", ha affermato. Sebbene gli asteroidi persi siano probabilmente "innocui", ciò non implica che siano state scoperte tutte le rocce spaziali potenzialmente pericolosi. Neowise,(3) la missione della NASA creata per identificare questi oggetti, punta a completare il suo compito nel 2020.

Inoltre, Peter Vereš ricorda che nel caso in cui una di queste rocce si avvicini troppo, la NASA ha già un piano per distruggerle con bombe nucleari.

Riferimenti:

(1) HARVARD-SMITHSONIAN CENTER FOR ASTROPHYSICS

(2) Personal web site of Peter Vereš, Minor Planet Center, CfA

(3) Missions NEOWISE

Foto di pixabay.com

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.