GRID: 30,6 mln di sfollati nel 2017 a causa di conflitti e le calamità naturali

GRID: 30,6 mln di sfollati nel 2017 a causa di conflitti e le calamità naturaliI conflitti e le calamità naturali dello scorso anno hanno causato lo spostamento di 30,6 milioni di persone dai loro paesi, secondo uno studio(1) pubblicato dall'Osservatorio sullo spostamento interno (IDMC)(2) e dal Norwegian Refugee Council (NRC).(3)

Questa cifra equivale a più di 80.000 sfollati al giorno, secondo il World Report on Internal Displacement.

Di quel totale di 30,6 milioni di persone, 11,8 milioni hanno dovuto lasciare le loro case o il luogo di rifugio a causa di conflitti e violenze, quasi il doppio dei 6,9 milioni nel 2016.

Tuttavia, molti di coloro che dovevano fuggire erano già stati costretti a spostarsi in occasioni precedenti a causa del conflitto nei loro paesi, specialmente in Siria, nello Yemen o in diversi Stati africani, in particolare nel Sud del Sudan.

L'Africa sub-sahariana ha registrato 5,5 milioni di viaggi, mentre in Medio Oriente e Nord Africa c'erano 4,5 milioni.

Queste cifre aumentano il numero totale di persone che vivono in sfollati interni causate da conflitti nel mondo a quasi 40 milioni.

Il testo indica anche che nel 2017 i disastri naturali hanno causato lo sfollamento di 18,8 milioni di persone in 135 paesi. Di questi, 8,6 milioni sono stati causati da inondazioni e 7,5 milioni dalle tempeste, in particolare i cicloni tropicali.

I paesi più colpiti sono stati la Cina con 4,5 milioni, le Filippine con 2,5 milioni, Cuba e gli Stati Uniti con 1,7 milioni e l'India con 1,3 milioni. Nel 2017, i cicloni hanno spostato milioni di persone in tutto il mondo, tra cui Mora, che ha colpito il Bangladesh a maggio, e l'uragano Irma, che ha causato il caos nell'Atlantico in agosto.

Riferimenti:

(1) IDMC GRID 2018 Global Report on Internal Displacement 2018 (PDF)

(2) IDMC

(3) NRC

(4) IDMC GRID 2017 Global Report on Internal Displacement 2017 (PDF)

Foto di pixabay.com

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.