I paleontologi non vedono di buon occhio le aste dei fossili di dinosauro

I paleontologi non vedono di buon occhio le aste dei fossili di dinosauroDi recente i fossili di uno scheletro di un dinosauro carnivoro sono stati messi all'asta a Parigi per una cifra di 2,36 milioni di dollari. Anche se queste aste sono legali - negli Stati Uniti si stabilisce che i fossili trovati nella proprietà privata appartengono al proprietario il quale ne può disporre come meglio crede - il fatto non smette di preoccupare i paleontologi, che non hanno le risorse per comprare i fossili messi in vendita in aste private.

"Un'asta serve per ottenere il prezzo più alto possibile per qualcosa", ha detto P. David Polly,(1) (2) presidente della Society of Vertebrate Paleontology (SPV),(3) e professore di geologia sedimentaria presso l'Indiana University,(4) LiveScience.(5) "E, in generale, anche i grandi musei non hanno un budget per comprare esemplari".

Generalmente gli istituti di ricerca spendono circa 10 mila dollari per scavi di grandi dimensioni. Questo importo serve agli scienziati per coprire le spese di viaggio, eseguire lo scavo e preparare i fossili trovati.

Quel bilancio è lontano dai 2,36 milioni di dollari in cui è stato venduto il dinosauro.

Un altro problema è che i proprietari terrieri potrebbero iniziare a vedere i fossili come un business.

"Se questa tendenza continua, in sostanza sta danneggiando gli scienziati perché rende molto difficile per loro avere accesso agli esemplari", ha detto Polly. "Significa anche che dovremo aumentare la sicurezza delle nostre collezioni scientifiche perché se le persone pensano che costano milioni di dollari, ci sarà più incentivo a rubarle".

Lo scorso mese di maggio (2018) il dottor Polly ha scritto una missiva, a nome degli oltre duemila membri della SPV, ai responsabili della casa d'aste per chiedere loro di non continuare con l'asta.

Nella lettera lo scienziato ha cercato di spiegare il motivo per il quale i fossili venduti a società private sono effettivamente persi per la scienza. "La pratica scientifica richiede che le conclusioni tratte dai fossili siano verificabili. Gli scienziati devono essere in grado di riesaminare, devono essere in grado di misurare di nuovo e interpretare i resti", ha scritto il dottor polly.

Se i fossili sono in mani private, non c'è modo di verificare la loro specie, o fare nuove scoperte. Forse lo scheletro ha un pezzo chiave che fino ad ora non poteva essere identificato, e poiché appartiene a una collezione privata, non può essere analizzato o mostrato al pubblico a meno che il proprietario lo desideri.

Riferimenti:

(1) Leadership Society of Vertebrate Paleontology

(2) P. David Polly

(3) Society of Vertebrate Paleontology (SPV)

(4) P. David Polly, Faculty Directory Department of Biology, Indiana University Bloomington

(5) Dinosaur Sells for Over $2 Million at Auction. Why Paleontologists Are Dismayed

Foto di pixabay.com

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.