Precisazioni sull'embargo russo di prodotti occidentali

Embargo RussiaA proposito di disiformazione.

La Russia impone il bando sul settore alimentare per un anno , sui prodotti dei paesi che hanno imposti sanzioni.

Più o meno l’avete letta e sentita così.

Invece la Russia ha imposto il bando su alcuni specifici prodotti alimentari che provengono da alcuni specifici paesi che hanno imposto sanzioni.

Il che è parecchio diverso, e prima di scrivere gigantesche stronzate per avvallare tesi inesistenti (tipo sono sanzioni volute dai tedeschi bla bla bla, venghino siori venghino, ricchi premi e coitillon…) sarebbe bene andare nelle specifico.

Lo ha fatto il Wall Street Journal e…. (rullo di tamburi):

L’Italia non è neppure fra i primi 10 paesi più colpiti.

La Germania è al sesto posto, ma è “relativamente” poca roba confrontata con l’export totale di prodotti alimentari tedeschi in Russia (1,6 miliardi di euro nel 2013, ovvero circa 2 miliardi di dollari).

Sorprende il primo posto della Norvegia, probabilmente la Russia produce merce concorrente e ha deciso di dare un aiutone all’industria nazionale.

NON sorprende affatto il macello per la Polonia. (che “casualmente” è fra le nazioni più colpite)

E tutto sommato gli USA se la cavano bene.

Ora io non pretendo che il Wall Streed Journal, sia la Bibbia e che tutto quello che scriva sia esatto. Però prima di scrivere certe imprecisioni sarebbe meglio documentarsi.

p.s. la domanda è, come mai l’Italia non risulterebbe fra le più colpite? Se è vero (ovvero se il WSJ ha fatto una analisi corretta), certe cose non avvengono per caso.

p.p.s. per quanto abbia cercato non ho trovato un calcolo puntuale sugli effetti delle sanzioni Russe sull’Italia. Ma solo conti spannometrici sul totale dei prodotti alimentari esportati.

Aggiornamento:

- la lista (tradotta in Italiano dal Decreto controfirmato da Putin) è questa;

Cliccando qui potete
accedere al pdf originale in lingua russa. Ci sono i codici per singola categoria merceologica bannata.

Ora serve qualche buon samaritano (magari addirittura un giornalista?) fare i conti. Si noti come non ci sia nessun problema per la Pasta, per l’Olio o per la Nutella…. per dire.

Fonte: rischiocalcolato.it

Commenti