La rigenerazione naturale delle foreste


La rigenerazione naturale delle foreste

La rigenerazione naturale delle foreste è una componente chiave degli scenari di ripristino degli ecosistemi globali.

Le foreste rigenerate, tuttavia, potrebbero non persistere e una migliore comprensione dei fattori che determinano la persistenza delle foreste è fondamentale per garantire il successo degli sforzi di ripristino.

Secondo un nuovo studio, pubblicato su Environmental Research Letters, (1) condotto da ricercatori della Columbia University, dell'Università di San Paulo e dell'Università Federale dell'ABC in Brasile, prevenire il rimboschimento delle foreste di seconda crescita è una sfida importante per gli sforzi di ripristino nelle regioni tropicali. Lo studio ha rilevato che un terzo delle aree di rigenerazione nella foresta atlantica brasiliana sono state nuovamente abbattute, la maggior parte dopo soli 4-8 anni di rigenerazione.

La rigenerazione naturale delle foreste è considerata una strategia economicamente vantaggiosa per i paesi perché ha lo scopo di raggiungere i loro obiettivi di ripristino ecologico e assorbimento del carbonio. Mentre i rapporti sul ripristino delle foreste nelle regioni tropicali generano ottimismo, ricerche recenti (2) degli autori dello studio e di altri hanno suggerito che le foreste ripristinate hanno un'alta probabilità di essere disboscate entro pochi anni.

Questo nuovo studio quantifica la rigenerazione delle foreste nella foresta atlantica brasiliana e identifica i fattori che influenzano la durata della sopravvivenza della foresta rigenerata.

La foresta atlantica brasiliana è una ricca area naturale che originariamente occupava 150 milioni di ettari lungo la costa atlantica. Oggi rimangono solo circa 32 milioni di ettari. L'ecosistema altamente frammentato e minacciato è ora considerato un hotspot di rigenerazione.

Gli autori hanno utilizzato dati dettagliati sulla copertura dell'uso del suolo dal 1985 al 2019 per mappare e tracciare il destino di oltre 4,5 milioni di ettari di foreste rigenerate nella foresta atlantica brasiliana. Hanno scoperto che solo 3,1 milioni di ettari sono sopravvissuti fino al 2019.

«Mentre la persistenza di due terzi delle foreste rigenerate nella regione proietta una prospettiva positiva per la conservazione del bioma, la breve durata delle foreste rigenerate emerge come una nuova sfida per gli sforzi di ripristino nella regione», ha affermato il dottor Pedro Ribeiro Piffer, (3) PhD candidato alla Columbia e autore principale dello studio. «La natura effimera di queste foreste ricresciute limita la biodiversità e i benefici dello stoccaggio del carbonio (4) della rigenerazione», ha aggiunto.

«Il sequestro del carbonio attraverso il rimboschimento tropicale e la rigenerazione naturale può dare un importante contributo alla mitigazione del cambiamento climatico, dato che la copertura forestale in molte regioni tropicali è aumentata durante la prima parte del 21° secolo», ha affermato la dottoressa senior María Uriarte, (5) autrice e professoressa presso l'Earth Institute della Columbia che studia le dinamiche delle foreste tropicali. «Tuttavia, la dimensione di questo pozzo di carbonio dipenderà dal grado in cui queste foreste sono permanenti e protette dal ridisboscamento».

In un precedente articolo, (2) Piffer e Uriarte hanno scoperto che senza queste inversioni nella riforestazione, le foreste nella regione della Foresta Atlantica brasiliana avrebbero potuto sequestrare 1,75 miliardi di tonnellate di carbonio, più di tre volte il sequestro effettivo stimato di 0,52 miliardi di tonnellate.

«I nostri risultati sottolineano una doppia sfida per la conservazione delle foreste nelle regioni tropicali, dove non solo dobbiamo ripristinare le aree degradate, ma dobbiamo anche garantire la persistenza di queste giovani foreste in rigenerazione», ha affermato il dottor Jean Paul Metzger, (6) professore di ecologia presso l'Università di San Paolo e coautore del nuovo studio.

I ricercatori osservano che garantire la persistenza della rigenerazione delle foreste tropicali è fondamentale affinché le nazioni raggiungano i loro impegni di ripristino e sequestro del carbonio nell'ambito dell'accordo di Parigi.

Essi hanno anche identificato i fattori che possono aiutare a proteggere le foreste ricresciute. Hanno scoperto che le foreste rigenerate avevano maggiori possibilità di sopravvivere su pendii più ripidi, vicino a fiumi e foreste esistenti e vicino all'agricoltura permanente. Le foreste avevano meno probabilità di persistere nelle aree più rurali. Inoltre, sebbene la rigenerazione avvenisse prevalentemente nei pascoli e nelle aree di agricoltura mutevole, era anche meno probabile che persistesse all'interno di questi paesaggi dinamici.

«Le foreste rigenerate possono impiegare decenni per recuperare la ricchezza delle specie e i livelli di biomassa prima del disturbo, quindi identificare le condizioni che consentono una maggiore persistenza di queste giovani foreste è fondamentale per lo sviluppo di politiche pubbliche efficaci mirate ad aumentare la copertura forestale nella foresta atlantica brasiliana», conclude il dottor Pedro Ribeiro Piffer.

Riferimenti:

(1) Turnover rates of regenerated forests challenge restoration efforts in the Brazilian Atlantic Forest

(2) Ephemeral forest regeneration limits carbon sequestration potential in the Brazilian Atlantic Forest

(3) Pedro Ribeiro Piffer

(4) Biodiverse Forests Better at Storing Carbon for Long Periods, Says Study

(5) María Uriarte

(6) Jean Paul Metzger

Descrizione foto:

Foto sinistra: Area di rigenerazione forestale autoctona persistente ed effimera attraverso la foresta atlantica brasiliana. L'area è indicata in ettari di foresta per esagono di 250 chilometri quadrati. - Credit: Piffer et al., Environmental Research Letters 2022.

Foto destra: La minacciata foresta atlantica brasiliana è uno dei luoghi più ricchi di biodiversità del pianeta. Ospita circa 2.200 specie di mammiferi, uccelli, rettili e anfibi, molti dei quali endemici della regione, come questo tanager dalla testa verde. - Credit: Pedro Piffer.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Regrown Tropical Forests May Have Short Lifespans, Says New Study