Nuova specie di albero nelle montagne della Tanzania


Nuova specie di albero nelle montagne della Tanzania

I ricercatori hanno scoperto una nuova specie di albero nelle montagne Usambara in Tanzania. Si tratta di una catena montuosa dell'arco orientale situate in una regione globalmente importante per le specie che necessitano di conservazione.

L'albero, che cresce fino a 20 metri di altezza e ha fiori bianchi, è stato inserito nella lista delle specie botaniche in via di estinzione a causa del numero limitato di esemplari e delle dimensioni dell'area in cui sono situati questi pochi esemplari, che ha un'estensione di soli 8 km quadrati. Non è ancora noto quale tipo di fauna selvatica possa fare affidamento sull'albero, ma molto probabilmente è impollinato da una specie di scarabeo.

Il dottor Andy Marshall, (1) ricercatore presso il Dipartimento di Ambiente e Geografia dell'Università di York, (2) ha scoperto l'albero durante uno studio sulla foresta per comprendere i fattori ambientali che influenzano la quantità di carbonio assimilato dalle foreste.

Il botanico George Gosline, dei Kew Gardens, ha riconosciuto che si tratta di una nuova specie legata a un gruppo che in precedenza si pensava fosse limitato all'Africa occidentale. Ciò a sua volta ha portato al riconoscimento di tre nuove specie nel gruppo.

Il dottor Andy Marshall ha dichiarato: “L'albero si trova in una parte particolarmente bella del mondo, in alto tra le montagne nebulose e circondato da piantagioni di tè. Ora che sappiamo della sua esistenza dobbiamo cercare strategie per proteggerlo. Con una popolazione così piccola, è importante che l'albero non venga isolato dalle altre foreste della regione, a causa dell'aumento dell'agricoltura. Le piccole foreste devono essere collegate ad altre per garantire la dispersione dei semi e l'adattamento delle specie ai cambiamenti climatici.”

Negli ultimi cento anni, le foreste di queste montagne si sono ridotte di migliaia di chilometri quadrati e sono ora minacciate dai cambiamenti climatici. I ricercatori sostengono che è essenziale esaminare i metodi di conservazione per mantenere o aumentare la popolazione di alberi. Secondo questa ricerca, pubblicata da Kew Bulletin (3), le foreste, che sono state restaurate con l'aiuto dell'intervento umano, raramente raggiungono lo stesso numero di specie che si sarebbero generate naturalmente. Ciò significa che gli sforzi di conservazione dovrebbero iniziare prima che si verifichino ulteriori danni.

Un progetto di ricerca, condotto dal dottor Andy Marshall, in un'altra parte della Tanzania, la foresta di Magombera, dovrebbe fornire ai ricercatori un'ulteriore comprensione dei migliori metodi da impiegare per proteggere queste specie rare appartate. Il progetto include la collaborazione con gli abitanti dei villaggi locali per sviluppare nuovi metodi per ripristinare le foreste e trovare fonti alternative per il legno e come la popolazione locale può aiutare a ridurre gli incendi e le viti invasive che possono uccidere gli alberi.

Con il supporto locale, migliaia di piccoli alberi sono ricresciuti in aree una volta perse, suggerendo che un approccio simile potrebbe essere utilizzato in altre aree in cui le specie sono a rischio di estinzione a causa dell'attività umana e dei cambiamenti climatici.

il dottor George Gosline, botanico di Kew Gardens, ha dichiarato: “La scoperta di questa specie botanica estremamente rara ribadisce l'importanza delle montagne dell'arco orientale come uno dei più importanti bacini idrici della biodiversità in Africa. L'area è un rifugio per le specie antiche di un tempo in cui una grande foresta copriva tutta l'Africa tropicale. Questi resti di foresta sono preziosi e insostituibili.”

La scoperta non è la prima ad essere fatta nella regione dal dottor Andy Marshall; altre scoperte nelle montagne dell'arco orientale includono una nuova specie di camaleonte e l'albero di Polyceratocarpus askhambryan-iringae, che è stato scoperto per caso mentre il dottor Marshall stava studiando uno dei primati più rari del mondo, la scimmia kipunji.

La ricerca è stata finanziata dal Leverhulme Trust; Royal Botanic Gardens at Kew; Australian Research Council; African Wildlife Foundation; Flamingo Land Ltd.; and the B. A. Krukoff Fund for the Study of African Botany.

Riferimenti:

(1) Andy Marshall

(2) Department of Environment and Geography

(3) Revision and new species of the African genus Mischogyne (Annonaceae)

Descrizione foto: L'albero in via di estinzione ha fiori bianchi. - Credit: dottor Andy Marshall.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: New species of tree discovered in Tanzania mountains

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.