Facebook

Facebook diventa anche un motore di ricerca

FacebookIspirandosi a Google Foto il social network Facebook ha iniziato la sperimentazione di un suo nuovo motore di ricerca interno, che implementa anche le immagini.

L'innovativo motore di ricerca di Facebook utilizza una tecnologia molto avanzata, che si basa sull'intelligenza artificiale, capace di individuare luoghi e oggetti immortalati nelle foto.

La funzione in cui si basa la nuova tecnologia di Facebook si chiama “Lumos”.

Con il nuovo motore di ricerca l'utilizzatore potrà disporre di una accessibilità migliorata, adatta anche agli utenti con disabilità visiva. Questa tecnologia potrà essere sfruttata anche nell'ambito investigativo per analizzare le foto con lo scopo di ricercare determinati oggetti e luoghi e/o indizi utili, ad esempio, per una inchiesta. Un latitante che, per leggerezza, pubblicherà una foto di un paesaggio darà automaticamente informazione sul luogo esatto in cui è stata scattata la foto.

Facebook - spiega The Next Web - ha utilizzando diversi criteri tecnologici per analizzare tutte le foto contenute nei suoi archivi indicizzando tutti i risultati.

Allerta delle autorità per gli esilaranti test su Facebook

Allerta delle autorità per gli esilaranti test su FacebookAvete presente quando facciamo quei divertenti quiz su Facebook?

Quei test dove scoprire improbabili lati nascosti della nostra personalità, dove capiamo a quale divinità greca assomigliamo di più, in quale Casa di Hogwarts finiremmo, quale villain Disney siamo? Ecco, la prossima volta prima di iniziare uno di questi test pensate un po’ alle implicazioni che questo test avrà sulla vostra privacy.

Ebbene sì, perché la maggior parte delle volte non ce ne rendiamo conto, ma quando facciamo questi test forniamo parecchie informazioni ai gestori del test.

Molti di questi test e quiz che facciamo su Facebook ci chiedono il permesso di accedere ai nostri dati.

Ingenuamente a volte li forniamo, anche solo per mostrare ai nostri amici se facciamo parte del Lato Chiaro o del Lato Oscuro della Forza.

Tuttavia la società inglese Comparitech ha deciso di analizzare nel dettaglio quanti dati forniamo a queste applicazioni di terze parti. E a sorpresa si scopre che la lista dei dati così forniti è parecchio lunga. Fra di essi abbiamo il nome, la data di nascita, la città natale, dove abbiamo studiato, i Mi Piace che abbiamo messo, le foto, il browser che usiamo, la lingua, la lista degli amici e l’indirizzo IP.

Ci sei pure tu nell'immagine che racchiude tutte le foto profilo di Facebook

Clicca per ingrandireFacebook ha 1,15 miliardi di iscritti...

Un sesto della popolazione mondiale è schedata come neanche la CIA dei tempi d'oro sarebbe riuscita a fare. Anche perché l'abbiamo fatto noi... volontariamente e allegramente.

Lo sapevate che hanno creato un'unica immagine che contiene tutte queste foto profilo?

Un miliardo e passa di fotine... che per vederle tutte dovrete passare una cosa tipo 36 anni, 5 mesi, 9 giorni, 6 ore, 46 minuti e 16 secondi senza fare altro.

Pauraaaaaaa...

Ecco l'immagine è questa

Se avete fortuna in circa 1500 anni cliccando a caso troverete la vostra foto o quella di vostra zia Concetta... altrimenti entrate nell'applicazione Faces of Facebook tramite il vostro account e troverete la vostra foto (con il numero identificativo) in un attimo!

Altrimenti cliccando su una foto sarete AUTOMATICAMENTE indirizzati alla pagina facebook di quella persona.