Bruno Chastonay: POST-COVID tra vincitori e vinti


Bruno Chastonay: POST-COVID tra vincitori e vinti

Mercati finanziari in rialzo, accelerato, grazie agli interventi da parte delle Banche Centrali, Governi, ad iniettare ampissima liquidità, a comperare assets tramite vari programmi.

- Ondata di fallimenti nel settore turismo, ristorazione, trasporti e viaggi e delle piccole aziende, disoccupazione. Aumento delle fusioni, acquisizioni, alleanze. Cancellazione di posti di lavoro, e creazione di nuove professioni.

- Cambio dei RATINGS societari sui crediti, con problemi solvenza e liquidità immobiliare e mutui, con possibili shock immobiliare commerciale con modifiche degli spazi, da home-work, distanze.

- Riduzione dei costi, ondata di robot e inasprimento dei target taglio costi, con licenziamenti e problemi di forza lavoro massiccia, fine blocco licenziamenti e sostegni governativi.

- Crollo entrate fiscali. Aumento della fiscalità, nuove tasse, tassazione delle transazioni finanziarie, web. Aumento degli interventi pubblici e di “statalizzazione” e dipendenza nei governi.

- Qualità e costo della vita. Shock inflazione da impennata costi alimentari, agricoli, metalli e energia, costi sociali e assicurativi, trasporti e mobilità, calo potere di acquisto ulteriore.

- Avvento del digitale e adozione delle tecnologie digitali, blockchain.

Andamento 1° semestre 2021, fotocopia similare al 2020, prima ondata virus

La situazione attuale ha visto i mercati finanziari in rialzo, accelerato, grazie agli interventi da parte delle Banche Centrali, Governi, ad iniettare ampissima liquidità, a comperare assets tramite vari programmi. In sostanza, una spinta accelerata agli investimenti sugli INDICI, BORSE, BONDS, COMMODITY, METALLI, alimentata dalla GARANZIA di sostegno prolungato da parte delle Banche Centrali, e sulla scia di un FOCUS alla RIPRESA post-covid, con la fine delle chiusure settoriali. Impennata della ripresa, grazie alla ricostruzione degli stoccaggi, in previsione di una ripresa / aumento della domanda, che si è riflessa marcatamente sui PREZZI delle materie prime, alimentari, metalli, come previsto. Una spinta accelerata dall’aumento continuo di FUSIONI / ACQUISIZIONI / BUYBACK, e spinta accelerata dalle EMISSIONI. Situazione maggiorata dall’uso dei DERIVATI, uso della LEVA FINANZIARIA.

Come risultato, una CONTRAZIONE dell’economia globale nel 2020 di oltre 4pc, la peggiore dalla seconda guerra mondiale, e prolungata nel 1° semestre del 2021, dalla seconda ondata. Gli INDICI per contro hanno guadagnato oltre 50pc dal doppio minimo effettuato a marzo/aprile 2020, ad oggi.

Ritengo la situazione INSOSTENIBILE, con le banche centrali già in fase di TAPERING, rientro dagli acquisti assets, iniezione di liquidità, e con il fattore VIRUS ancora marcatamente presente nelle primarie nazioni, come Giappone, India, Argentina, Brasile, e vari Emergenti. E già si parla di una terza dose per i vaccinati, dal rischio delle VARIANTI presenti.

Ripresa POST-COVID già largamente anticipata dai mercati, e nelle valutazioni, e nella fiducia investitori, che sono tornate sui massimi record. CONSUMI che sono ancora deboli, sotto aspettative. INFLAZIONE in ripresa dai minimi, dopo un lungo periodo di livello zero o sotto. RISCHI CLIMATICI, corsa ai VACCINI e limitazioni, ancora lunga.

PREZZI alimentati oltre che dalla ricostruzione degli stoccaggi, da riduzione di produzione causata dal virus / limitazioni, da problemi elevati di logistica, danni da incidenti e meteo (canale di Suez, oleodotto Usa, e altri) e hacking. Dalla speculazione, in cerca di opportunità, che si è risvegliata negli ultimi mesi, con effetti maggiorati dall’uso di leva / derivati, che attualmente gioca un ruolo primario.

COSTI un aumento del costo della vita, generato dai trasporti, sociali, alimentari, e in contrasto con un calo delle entrate, da lavoro parziale, licenziamenti, incertezze.

DEBITI in rialzo, e pure in deterioramento, con livelli di record storici, sia pubblici che societari. Settore immobiliare in “rosso” per varie nazioni, con elevate esposizioni nei crediti privati, mutui. La SOSTENIBILITÀ e QUALITÀ degli stessi, verrà rimessa in discussione al momento di un rialzo TASSI, già in ripresa globale, con riduzione dei TASSI NEGATIVI. in arrivo nuove TASSE, con una MININUM GLOBAL TAX, una TASSA sul DIGITALE, e altre.

TAPERING – FINE DEL DENARO FACILE e a “COSTO ZERO”

Un rientro molto probabile dalle politiche monetarie super ampie, dopo una ripresa dal post-covid. Situazione già in atto in Cina, Australia, Canada, Sud Africa, e a cui seguiranno altri, con gli occhi in particolare sugli USA, dove la parola tapering prende sempre più centralità (tapering: riduzione degli acquisti di assets, da programma QE, PEPP, e altri mezzi messi in atto a sostegno dell’economia), e di una nuova SPENDING REVIUW. Un ritorno graduale alla NORMALITÀ, che porterebbe i mercati a mettere i “piedi per terra”, vista la grande DISCREPANZA entro l’economia reale e i mercati finanziari globali.

Necessità di RISTRUTTURAZIONE con il cambiamento dei consumi, delle abitudini, dei mezzi di trasporto e di comunicazione, di acquistare le merci, di spostamenti, aumenta la necessità di modificare il MODUS OPERANDI, sia di privati, che societari, e dei governi. Necessità impellente di ridurre la BUROCRAZIA, attrarre gli INVESTIMENTI, ridurre i danni da una eccessiva TASSAZIONE, e chiave, sulla spesa governo / pubblica, non QUANTO, ma DOVE. E senza dimenticare la GUERRA FINANZIARIA sempre in atto, innescata ufficialmente da USA-CINA, con uso delle sanzioni, dazi, leggi ad-hoc per battere la CONCORRENZA. Tensioni valutarie, commerciali, per i vaccini, materie prime, terre rare, distribuzione e controllo sul gas, telefonia mobile, chips, acqua, elettricità, batterie auto e impianti solari. Insomma, tutto quanto di necessario nella società moderna.

Grazie al rialzo delle COMMODITY, e di un DOLLARO debole, un ritorno dei Paesi EMERGENTI, che dipendendo dalla loro esportazione (materie prime), possono registrare buone entrate, basso costo di finanziamento, e di un afflusso di capitali da investitori esteri. Un vantaggio che aiuta particolarmente la CINA, INDIA, e vari Paesi ASIATICI, come Taiwan, Sud Corea, e pure Colombia.

La RIVOLUZIONE DIGITALE in atto per le BANCHE, FINANZIARIE con la FINTECH. Nella gestione del COMMERCIO, di import / export / logistica con la BLOCKCHAIN. Nella TELEFONIA, SCUOLE e FORMAZIONE, OSPEDALI, commercio ON-LINE, BIOTECH. Come primo effetto, una riduzione dei tempi e dei costi di avvio e gestione delle attività commerciali. Miglioramento della produttività. Riduzione della dipendenza, e un cambio radicale nelle INFRASTRUTTURE.

Nuove ABITUDINI

Lavoro da CASA, con nuove regole legali, ubicazioni, abitudini, socialità ridotta, confronti on-line. Nuove necessità, nuovi e differenti modi di consumare, di scegliere le vacanze e gli abiti, come pure il domicilio, di guardare la TV tra PayPerVieuw, Streaming, on-demand, poi E-Commerce, giornali digitali, intrattenimento. Metodi di pagamento, con riduzione ulteriore dell’uso di CASH. In arrivo le VALUTE DIGITALI emesse dalle Banche Centrali, ad affiancare i già presenti mezzi di pagamento, con maggiori controlli da parte delle autorità, a promettere velocità maggiore, e costi inferiori. In aggiunta al GREEN PASS per le aziende verso produzione sostenibile, ecologica. PASSAPORTO VACCINALE per muoversi, per la ristorazione, intrattenimento, e per recarsi al lavoro. In netto calo la NATALITÀ, INVECCHIAMENTO della popolazione, con effetti per i futuri consumi, mano d’opera, assicurazioni e del pensionamento.

GEOPOLITICA e POLITICA

Come già ampiamente sottolineato, tutto resta ampliato nelle condizioni già presenti, solamente accelerate in negativo, dal virus. Un RAFFORZAMENTO degli sviluppi già in atto. Immigrazione, condizioni sociali, disoccupazione, disparità salariali, sfruttamento e nuova schiavitù, riduzione delle “libertà” individuali e maggiori controlli. Tensioni e guerre, disordini e proteste in aumento, alimentate dalla ricerca di attenuare le perdite dal virus, con spinta delle CONCORRENZA, di nuove ALLEANZE, nuovi POTERI (digitale), maggiore ricchezza e potere in mano alle grandi multinazionali come AMAZON, che valgono ora piu’ dello stesso Governo Usa, e di riflesso, indebolimento della POLITICA, già fragile, incapace di decidere e di avere una chiara maggioranza per gestire il futuro.

TUTTO TORNERÀ COME PRIMA, questo era il loro motto, a cui ho sottolineato più volte, che TUTTO TORNERÀ, forse meglio di prima, sicuramente DIFFERENTE. Dopo il grande RESET, ancora in atto, causato dalla pandemia globale, con la chiusura selettiva di grandi e ampie attività commerciali, si cerca ora un RILANCIO dell’ECONOMIA. Messa a disposizione di MEZZI, con il motto “tutto quanto necessario, per tutto il tempo necessario” da parte della POLITICA. Grazie a questo, grande IRRAZIONALITÀ marcata e persistente nei mercati finanziari ed economia reale, con maggiore VOLATILITÀ, un OTTIMISMO (di speranze) balzato ai massimi, e INCERTEZZE (RISCHI) in aumento.

Autore: Dr. Bruno Chastonay