Calabroni asiatici in Germania settentrionale


Calabroni asiatici in Germania settentrionale

Noto come predatore di numerosi insetti, tra cui api da miele e altre specie benefiche, il calabrone asiatico, che aveva già invaso aree dell'Europa meridionale e centrale, rappresenta un potenziale pericolo per l'apicoltura e persino per gli ecosistemi.

All'inizio dello scorso settembre 2019, un esemplare di calabrone asiatico (Vespa velutina nigrithorax) è stato raccolto vivo ad Amburgo, in Germania. Si tratta di un esemplare localizzato nella zona più settentrionale dell'Europa, questo ritrovamento è anche un indicatore della sua diffusione a nord. L'articolo del gruppo di ricerca di Amburgo, che serve anche per aggiornare il verificarsi del pericoloso invasore, è stato pubblicato sulla rivista Evolutionary Systematics. (1)

Conosciuto per predare numerosi insetti, tra cui api da miele e altre specie benefiche, il calabrone asiatico, che aveva già invaso parti dell'Europa meridionale e centrale, rappresenta una potenziale minaccia per l'apicoltura e persino per gli ecosistemi.

Il primo esemplare fu catturato nella Francia sudoccidentale nel 2005 e iniziò a diffondersi rapidamente. Nel corso degli anni successivi, ha invaso gran parte della Francia, delle regioni della Spagna, Portogallo, Belgio, Italia, Paesi Bassi, Gran Bretagna e la parte sud-occidentale della Germania. La velocità di invasione per la Francia è stata stimata a circa 78 km / anno, (2) ma in realtà la diffusione delle specie potrebbe verificarsi molto più rapidamente a causa di fattori antropogenici.

Non è ancora chiaro se il calabrone asiatico raccolto appartenesse a una popolazione già stabilita o sia piuttosto il primo esemplare di una nuova invasione. Tuttavia, considerando la velocità di propagazione rapida della specie e la sua tolleranza climatica relativamente elevata, è del tutto possibile che abbia raggiunto Amburgo su rotte naturali e ora si riproduca lì.

Anche se altri modelli suggeriscono che l'area di Amburgo non è adatta alle specie di oggi, la nuova scoperta potrebbe essere un segno che il calabrone asiatico ha iniziato a diffondersi a una velocità superiore a quella precedentemente nota e persino in regioni climaticamente meno favorevoli.

«Pertanto, l'attuale scoperta deve essere presa sul serio, non importa se si tratta solo di un singolo esemplare o di un membro di una popolazione consolidata», condivide il dottor Martin Husemann, (3) ricercatore capo del Centrum für Naturkunde, Università di Amburgo.

Le specie invasive rappresentano una delle grandi sfide nel mondo moderno. La loro presenza può essere considerata come uno dei principali driver ecologici ed evolutivi.

Riferimenti:

(1) The northernmost record of the Asian hornet

(2) Rapid spread of the invasive yellow-legged hornet in France: the role of human-mediated dispersal and the effects of control measures

(3) Martin Husemann

Descrizione foto: l'esemplare di Vespa velutina raccolto ad Amburgo. - Credit: dottor Martin Husemann.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Faster than a speeding bullet: Asian hornet invasion spreads to Northern Germany.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.