Il Priorato di Sion a Taranto

Il Priorato di Sion a Taranto

Il Priorato di Sion a Taranto. Un percorso alla riscoperta di una tradizione millenaria, tra storia, filosofia, spiritualità ed insegnamenti di altri tempi

Ha avuto luogo il 9 Marzo del 2019, come evento pubblico presso il Palazzo della Provincia di Taranto, la riunione della circoscrizione pugliese della associazione internazionale Prieuré de Sion – Ordre de la Rose-Croix Véritas O.D.L.R.C.V., la quale rappresenta ad oggi la tradizione della più antica consorteria d'Europa.

Il Prieuré de Sion, in italiano “Priorato di Sion”, è un Ordine iniziatico di connotazione ed ispirazione cavallereschi, secondo la propria tradizione, discendente dall'Ordine di nostra Signora di Sion e fondato nel 1099 a Gerusalemme, dal discendente merovingio Goffredo di Buglione, difensore del Santo Sepolcro e conosciuto come “Re Crociato” o “Barone del Santo Sepolcro”.
Gli elementi culturali e tradizionali che l'associazione porta in dote, sono di natura simbolica, storica, filosofica ed esoterica i quali vengono trasmessi per venire applicati alla vita quotidiana al fine di coltivare e fare fiorire il potenziale individuale, attraverso un lavoro interiore e spirituale coordinato e congiunto in seno al gruppo.

L'evento è stato il primo nel suo genere, in quanto il Priorato di Sion, mai prima di quella data, aveva celebrato una sua assemblea rituale (definita Capitolo), in pubblico.

Lo scopo dell'evento è stato quello di aprire un dialogo con il pubblico, con l'intento di presentare in trasparenza la propria tradizione, affinché possa esserne conosciuta la natura da coloro che si riconoscano negli insegnamenti che trapelano dalle forme e dalle procedure rituali svolte nell'occasione.

il Priorato di Sion è un sistema iniziatico coerente, composto da simboli ed allegorie interdipendenti.

L'insieme degli elementi, simbolici, allegorici e rituali, uniti alle conoscenze esoteriche e teologiche, fanno del Priorato di Sion un sistema iniziatico estremamente sofisticato e coerente, il quale non necessita di altro per essere efficace ed assolvere alla propria funzione.

In relazione a questi particolari elementi ed in base alla nostra tradizione orale, abbiamo voluto collocare la data di nascita dell'Ordine nel 1099, in occasione della fondazione da parte del Duca di discendenza merovingia, Goffredo di Buglione, presso l'abbazia “Nostra Signora del Monte Sion”, come “Ordine di Nostra Signora del Monte Sion”, poiché in questa occasione, questo Ordine iniziatico merovingio, ha assunto anche il connotato cavalleresco.

Il Gran Maestro Marco Rigamonti
(seduto in terza posizione, partendo da sinistra)

Il Gran Maestro Marco Rigamonti, Leader e Segretario Generale dell'associazione e dell'Ordine, ha tenuto un breve discorso a conclusione del Capitolo, allo scopo di illustrare al pubblico le ragioni dell'assemblea e delle motivazioni che ispirano il desiderio e la volontà di perpetuare questa tradizione.

“Grazie a tutti voi per essere qui oggi,

mi piacerebbe spendere alcune parole sul significato di questa riunione.

Molti di voi non sono membri del Prieuré de Sion e vi starete chiedendo il significato di questa cerimonia; ci avete visto celebrare rituali e costumi di altri tempi, di tempi antichi, e credo sia dovuta una delucidazione in tale senso.

Lo scopo di queste assemblee non è unicamente culturale, storico o celebrativo, come si potrebbe essere portati a credere in un primo momento, assistendo ad una delle nostre cerimonie.

In realtà, quello di cui ci occupiamo noi qui, durante le nostre assemblee rituali, è un lavoro di natura interiore, dove un certo tipo di cultura viene utilizzata come strumento attivo per lavorare su se stessi.

Il nostro obbiettivo non è quindi il sapere in se, ma la conoscenza che esso ci può trasmettere, dal momento che la conoscenza è qualcosa di vivo e consapevole, che sta nella comprensione dell'insegnamento non limitandosi al ricordo dell'informazione.

Noi quindi non siamo interessati unicamente alla memoria storica della tradizione cavalleresca che rappresentiamo ma bensì a penetrare il significato dei simboli e dei rituali che attraverso essa ci sono stati trasmessi, allo scopo di ottenere la conoscenza a cui questi possono darci accesso.

Grazie a tutti.”

Al termine dell'assemblea, è stato annunciato il progetto della Fondazione Popolorum Progressio, della quale il Dott. Vittorio Giammaria Tomaselli è Presidente, la quale si occupa di promuovere attività benefiche nel Benin, in collaborazione con l'Arcidiocesi e l'Arcivescovo di Cotonou, il quale ha aderito all'Associazione donando 10 ettari di terreno vicino alla Capitale economica del Benin, che è appunto Cotonou.

La cerimonia si è conclusa con i ringraziamenti a Don Ezio Succa, parroco della Chiesa di San Pietro Apostolo di Monacizzo per avere celebrato con noi il Capitolo, per continuare con i ringraziamenti al Dott. Domenico Guzzonato, alla Dott.ssa Anna Maria Acquaviva, al Dott. Vittorio Giammaria Tomaselli ed al Dott. Francesco Simplicio per avere promosso ed organizzato l'evento.

Il sito dell'associazione Prieuré de Sion – Ordre de la Rose-Croix Véritas O.D.L.R.C.V. Prieuré de Sion - Ordre de la Rose-Croix Veritas O.D.L.R.C.V..

Commenti

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.