L'agricoltura cambia il clima in Amazzonia


L'agricoltura cambia il clima in Amazzonia

Le fattorie commerciali su larga scala su terreni deforestati nell'Amazzonia meridionale provocano aumenti di temperatura più elevati e minori precipitazioni rispetto alle fattorie su piccola scala.

Nella foresta pluviale amazzonica, l'uso del suolo a seguito della deforestazione è vario e dinamico. Prove crescenti indicano che anche gli impatti climatici della perdita di foresta possono variare considerevolmente, a seconda delle caratteristiche specifiche delle aree colpite. È stato dimostrato, ad esempio, che le dimensioni delle aree disboscate modulano le caratteristiche degli impatti climatici locali. Tuttavia, rimane incerta l'influenza dei diversi tipi di strategie di utilizzo e gestione del suolo sull'entità dei cambiamenti climatici locali.

La deforestazione ha convertito aree di terreno nella regione amazzonica meridionale da foresta pluviale a terreno agricolo. Gli usi della terra deforestata sono diversi e le attività possono variare dall'agricoltura su piccola scala negli insediamenti rurali all'agricoltura di merci su larga scala. Le fattorie commerciali nell'Amazzonia meridionale possono raggiungere centinaia di migliaia di ettari nell'area, esportando milioni di tonnellate di cereali e carne bovina ogni anno.

Il dottor Eduardo Maeda (1) dell'Università di Helsinki e colleghi hanno utilizzato dati satellitari per confrontare le aree dominate da diversi usi del suolo e dimensioni delle aziende agricole per valutare il loro impatto sul clima regionale. Sebbene i piccoli insediamenti rurali non abbiano subito cambiamenti evidenti nelle precipitazioni negli ultimi decenni, le aree dominate dalle aziende agricole di materie prime sono diventate significativamente più aride.

Anche le aree di coltivazione delle materie prime hanno registrato un aumento della temperatura molto più elevato, rispetto agli insediamenti rurali su piccola scala, in gran parte a causa dell'intensa gestione delle colture commerciali che ha portato a una riduzione della copertura vegetale durante tutto l'anno e alla diminuzione della traspirazione delle piante. Secondo gli autori, mitigare il cambiamento climatico nel bacino amazzonico richiederà alternative alle attuali pratiche agricole di base.

«I nostri risultati mostrano che la deforestazione causata da grandi aziende agricole di materie prime può causare un aumento della temperatura locale fino a 3 volte superiore a quello osservato nella deforestazione causata da piccoli insediamenti rurali», dice Maeda.

Le foreste tropicali sono condizionatori d'aria naturali

Le foreste tropicali agiscono come una pompa dell'acqua, prelevando l'acqua dalla superficie terrestre e rilasciandola nell'atmosfera. Poiché questo processo richiede energia, provoca una riduzione della temperatura superficiale. L'acqua che ritorna nell'atmosfera, spesso ricade nella foresta sotto forma di pioggia. Gli alberi diventano quindi una componente fondamentale di una complessa macchina per il riciclaggio dell'acqua, che garantisce che la foresta sia mantenuta sempre umida. Quando la foresta viene rimossa, l'acqua che ritorna nell'atmosfera si riduce e l'energia inutilizzata contribuisce ad aumentare le temperature locali.

La ricerca del dottor Maeda e colleghi dimostra che questo processo è ulteriormente aggravato dalle grandi aziende agricole di materie prime. La produzione di colture commodity nella foresta amazzonica è spesso associata a una gestione molto intensiva del territorio. A causa delle condizioni climatiche favorevoli, gli agricoltori hanno spesso due stagioni di raccolta / semina all'anno. Queste attività rimuovono completamente la vegetazione dalla superficie terrestre, portando a un clima locale più caldo e secco.

Sebbene anche le aree dominate da piccoli insediamenti rurali subiscano un aumento della temperatura, l'entità dei cambiamenti è sostanzialmente inferiore a quella osservata nelle grandi aziende agricole di materie prime. Gli autori dello studio, pubblicato su PNAS (2) sostengono che il motivo principale è che questi piccoli insediamenti rurali sono spesso meno gestiti, lasciando una copertura vegetale più densa e continua rispetto alle grandi aziende agricole a monocoltura.

Pratiche agricole alternative necessarie per aiutare a salvare la foresta pluviale amazzonica

I risultati di questa ricerca forniscono prove convincenti che le pratiche agricole alternative saranno fondamentali per un futuro sostenibile nella foresta pluviale amazzonica.

«Questo significa che fermare la deforestazione non è più sufficiente. Per proteggere le restanti foreste, gli agricoltori della regione amazzonica dovranno incorporare pratiche più sostenibili».

Secondo la ricerca, ciò significa che le attività agricole devono essere integrate meglio con l'ecosistema naturale dell'Amazzonia.

L'agroforestazione è ad esempio un'alternativa interessante, in quanto cerca di gestire i servizi forestali e l'agricoltura allo stesso tempo, migliorando la fertilità del suolo, aumentando la disponibilità di acqua, preservando la copertura vegetale e il microclima. Anche il rimboschimento di pascoli abbandonati e aree di deforestazione illegale sono percorsi importanti per mitigare i cambiamenti ambientali.

Gli autori dello studio avvertono che tali cambiamenti non avverranno facilmente. La produzione di materie prime nell'Amazzonia meridionale può essere un'attività molto redditizia. Pertanto, le politiche locali e internazionali, in combinazione con le azioni condotte dall'industria alimentare e dalle organizzazioni della società civile, giocheranno un ruolo fondamentale nel cambiare la mentalità attuale. Infine, aumentare la consapevolezza internazionale e la preferenza dei consumatori per prodotti più sostenibili, sarà essenziale per creare una reale pressione nella catena di fornitura, sperando che dia qualche speranza per il futuro della foresta pluviale amazzonica.

La ricerca è stata finanziata dall'Accademia di Finlandia e svolta presso il Terrestrial Ecosystem Dynamics Laboratory dell'Università di Helsinki.

Riferimenti:

(1) Eduardo Maeda

(2) Large-scale commodity agriculture exacerbates the climatic impacts of Amazonian deforestation

Descrizione foto: La deforestazione e le attività agricole di base che portano a un clima locale più caldo e secco. / La differenza tra le fattorie di merci e gli insediamenti rurali nelle aree deforestate utilizzate per l'agricoltura nell'Amazzonia meridionale è mostrata nelle immagini satellitari. - Credit: Eduardo Maeda.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Large-scale com­mod­ity farm­ing ac­cel­er­at­ing cli­mate change in the Amazon rain­forest

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.