Popolazione degli oranghi del Borneo in declino

Popolazione degli oranghi del Borneo in declino

Recenti indagini sulla popolazione di oranghi del Borneo in via di estinzione nel Sabah, lo stato malese nel nord-est del Borneo, mostrano risultati contrastanti.

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista PLOS ONE (1) di Donna Simon del World Wide Fund for Nature - Malesia e colleghi, le popolazioni sono rimaste stabili nelle foreste ben gestite, dove c'è poca caccia, ma sono diminuite nei paesaggi che comprendono vaste piantagioni di palma da olio. Questo studio rappresenta il più grande e completo sondaggio sulla popolazione degli oranghi del Borneo, sede di questa specie endemica e in via di estinzione.

La foresta situata in pianura è l'habitat più importante per gli oranghi del Sabah. Negli ultimi 50 anni, tuttavia, l'ampio disboscamento e il commercio per l'agricoltura hanno causato la perdita e la frammentazione dell'habitat che ha portato a un drastico calo del loro numero, ma la piena portata degli effetti sulla popolazione di oranghi è difficile da stimare.

Nel presente studio, gli autori hanno effettuato voli aerei per un totale di quasi 5.500 chilometri attraverso lo stato Sabah, quasi tre volte la lunghezza di un precedente sondaggio fatto nel 2002-2003. In base al numero di nidi, hanno calcolato una popolazione di 9.558 orangutan, compresa una popolazione precedentemente sconosciuta di circa 1.770 orangutan in molte sottopopolazioni ampiamente disperse.

Le più grandi popolazioni di oranghi, con circa 5.500 esemplari, vivono all'interno di foreste che sono gestite o disboscate in maniera sostenibile negli altipiani centrali del Sabah, nel Borneo nord-orientale. In quest'area, la popolazione è rimasta stabile dall'indagine del 2002-2003. Al contrario, nelle aree forestali frammentate circondate da vaste aree di piantagioni di palma da olio, le popolazioni di orangutan sono diminuite del 30% rispetto allo studio precedente. Questi dati dovrebbero essere utilizzati dal governo di Sabah per definire le politiche ambientali per sostenere queste importanti popolazioni di orangutan della Malesia.

Donna Simon aggiunge: “un recente sondaggio sulle popolazioni di oranghi del Sabah, nel Borneo nord-orientale, ha mostrato un quadro misto di diverse regioni, ma nel complesso la ricerca suggerisce che hanno mantenuto lo stesso numero negli ultimi 15 anni. Questa situazione può rimanere così a lungo se continua a essere attuata una corretta gestione della conservazione.”

Simon D, Davies G, Ancrenaz M (2019) Modifiche alla popolazione di oranghi del Sabah negli ultimi tempi: 2002-2017. PLoS ONE 14 (7): e0218819.

Finanziamento: il lavoro di indagine è stato finanziato per 6 anni dal WWF-UK con un certo sostegno dal WWF-Belgio. MA riconosce anche un contratto con il WWF Malaysia per supportare l'analisi e lo sviluppo di questo documento. I finanziatori non hanno avuto alcun ruolo nella progettazione dello studio, nella raccolta e analisi dei dati, nella decisione di pubblicare o nella preparazione del manoscritto.

Riferimenti:

(1) Changes to Sabah’s orangutan population in recent times: 2002–2017

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Changes to Sabah’s orangutan population in recent times: 2002–2017

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.