Una antica fusione di stelle di neutroni

Due stelle di neutroni si sono scontrate vicino al sistema solare miliardi di anni fa. Un evento cosmico che ha creato elementi che sono diventati parte di noi

Una fusione di stelle di neutroni, avvenuta vicino al sistema solare miliardi di anni fa, spiega le abbondanze di attinidi nel primo sistema solare. La Columbia University e la University of Florida studiano il segno di un evento cosmico che ha creato elementi che sono diventati parte di noi.

Gli astrofisici Szabolcs Marka della Columbia University (1) e Imre Bartos (2) presso l'Università della Florida, hanno identificato una violenta collisione di due stelle di neutroni 4,6 miliardi di anni fa. Secondo questa nuova ricerca, pubblica di recente dalla rivista Nature, (3) questo particolare evento cosmico, vicino al nostro sistema solare, ha generato lo 0,3 per cento degli elementi più pesanti della Terra, tra cui oro, platino e uranio.

Il dottor Imre Bartos spiega: “Le meteoriti forgiate nel primo sistema solare portano le tracce di isotopi radioattivi. Questi decadimenti degli isotopi agiscono come orologi che possono essere utilizzati per ricostruire il tempo in cui sono stati creati.”

Per arrivare alla loro conclusione, Bartos e Marka hanno confrontato la composizione delle meteoriti con le simulazioni numeriche della Via Lattea. Grazie a questo confronto, essi hanno scoperto che una singola collisione stellare di neutroni si sarebbe verificata circa 100 milioni di anni prima della formazione della Terra, nel nostro stesso vicinato, a circa 1000 anni luce dalla nube di gas che alla fine formò il Sistema Solare.

La stessa galassia della Via Lattea ha un diametro di 100.000 anni luce, o 100 volte la distanza di questo evento cosmico dalla culla della Terra.

“Se un evento simile si è verificato oggi a una distanza simile dal Sistema Solare, la radiazione che ne deriva potrebbe rendere più brillante l'intero cielo notturno”, ha detto Szabolcs Marka.

I ricercatori ritengono che il loro studio fornisce informazioni su un evento unico nella nostra storia. “Emette luce brillante sui processi coinvolti nell'origine e composizione del nostro sistema solare. Questo avvierà un nuovo tipo di ricerca all'interno delle discipline, come chimica, biologia e geologia, per risolvere il puzzle cosmico”, ha detto Imre Bartos.

L'astrofisico Szabolcs Marka spiega: “I nostri risultati riguardano una ricerca fondamentale dell'umanità: da dove veniamo e dove stiamo andando? È molto difficile descrivere le emozioni che abbiamo provato nel realizzare ciò che avevamo scoperto e che cosa significa per il futuro mentre cerchiamo un spiegazione del nostro posto nell'universo.”

Riferimenti:

(1) Szabolcs Marka

(2) Imre Bartos

(3) A nearby neutron-star merger explains the actinide abundances in the early Solar System

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: A nearby neutron-star merger explains the actinide abundances in the early Solar System

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.