Una ditta svizzera progetta di costruire entro il 2025 un enorme aspira C02

Christoph Gebald e Jan WurzbacherNon è fantascienza, ma realtà. Entro il 2025, la società zurighese Climeworks vuole risucchiare l'1% delle emissioni globali di anidride carbonica dall'atmosfera

HINWIL - Cosa fare per fermare il cambiamento climatico? La società zurighese Climeorks ha avuto un'idea semplicissima: un filtro in grado di aspirare l'anidride carbonica (CO2) dall'atmosfera. Nel 2009 i due ingegneri Christoph Gebald e Jan Wurzbacher hanno fondato l'azienda.

Mercoledì scorso l'impianto è entrato in funzione. È stato installato sul tetto dell'incenerimento dei rifiuti a Hinwil ed è in grado di filtrare 900 tonnellate di CO2 dall'aria ogni anno.

250.000 installazioni in programma - Il progetto della Climeworks è ambizioso e permette persino un guadagno. Il gas aspirato può essere utilizzato in agricoltura o nell'industria delle bevande (carbonatazione). L'azienda spera che il CO2 un giorno possa essere usato anche per i carburanti rinnovabili.

In questo senso, dal 2013, collabora con Climeworks la casa automobilistica Audi.

Climeworks prevede, entro il 2025, di filtrare l'uno per cento delle emissioni globali di CO2 dall'atmosfera. Per fare questo occorreranno circa 250.000 impianti attivi.

Il CO2 è una di quelle sostanze ritenute responsabili del cambiamento climatico. Per ridurne l'immissione nell'atmosfera, nel 2015, circa un centinaio di membri hanno siglato il cosiddetto Accordo di Parigi, con obiettivi climatici vincolanti.

Autore: D.M. /Fonte: tio.ch

Commenti

paso (non verificato)

Il discorso sarebbe molto lungo ma in sintesi:

1) il livello di Anidride Carbonica in atmosfera è stato rilevato come essere al livello più basso di sempre da quando si effettua questa misurazione.

2) l'altrimenti detta CO2 è il gas che sta alla base della vita (per rtutti noi basata sul ciclo del Carbonio) nonché principale alimento della vita vegetale. Non è un caso che a seguito di continue disboscazioni ci ritroviamo un livello di CO2 così basso.

3) nessuno è mai riuscito a dimostrare una corrispondenza tra il livello di CO2 ed un riscaldamento climatico: se così
fosse, considerandone i bassi livelli, ci troveremmo già in una piccola era glaciale. La demonizzazione della CO2 nasconde evidentemente altri fini industriali, economici e politici, come ad esempio l'affare generato da tecnologie come quella esposta nell'articolo.

4) la CO2 derivante da attività antropiche è irrilevante rispetto a quella prodotta dalla respirazione marina. Ricordiamo che il mare ricopre oltre il 70% della superficie terrestre e che la biomassa che contiene è largamente superiore a quella presente sulla terraferma.

Avevo scritto qualcosa a riguardo, segnalato anche da Tankerenemy:

=> http://heymotard.blogspot.it/2017/04/il-problema-dellanidride-carbonica.html

Anonimo

Ripiantare alberi e ricreare le foreste, che sono state distrutte, negli ultimi anni ? Costerebbe di meno con risultati migliori, senza che nessuna azienda ci debba guadagnare.

Leo Strauss disse (più o meno):

Non abbiamo un Problema, abbiamo delle opportunità.

Il Problema= uguale deforestazione
Opportunità= guadagnarci sopra con nuove invenzioni.

Ovviamente il mio commento è molto conciso, visto che il tema del Climate Change è molto complesso e ha molti strati interconnessi.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.