Desertificazione

Paolo Barnard: centinaia di milioni di rifugiati climatici

Migranti climatici«Se pensate che i migranti di oggi siano un problema, non avete ancora visto nulla. E questo lo dico con un rispetto angosciante per le stragi nel Mediterraneo», afferma Paolo Barnard.

«Vi sembrano troppi 1 milione di arrivi via mare in Europa nel 2015? Ce ne sono 300 milioni in India che prima o poi partiranno. Dieci milioni in Bangladesh, come minimo. E in Africa del nord e Sahel le stime sono talmente alte che gli esperti non sanno quantificarle oggi».

E cosa spingerà questo tsunami di migranti inimmaginabile verso di noi? La guerra?

«No, è la causa secondaria», come la povertà?

Il vero motivo – che porta con sé guerra e fame – è un altro: il cambiamento climatico. «È provato oltre ogni dubbio», scrive Barnard sul suo blog. «Basta sfogliare le relazioni presentate all’Accordo di Parigi sul Clima nel dicembre 2015, e i dati sono tutti lì. E sono orrore liquido».

Perfino in Siria, il “climate change” viene prima – molto prima – del conflitto, come causa di esodo. È «il vero inizio della crisi demografica» in quel martoriato paese. Crisi climatica, innanzitutto, «che poi ha alzato le tensioni per sfociare in guerra».

In Medio Oriente picchi di calore oltre i 70 gradi Celsius. Cosa sta succedendo?

In Medio Oriente picchi di calore oltre i 70 gradi CelsiusUna massiccia ondata di calore in Medio Oriente ha prodotto temperature quasi record questa settimana in Iraq e in Iran, con i due Paesi che hanno annunciato giorni di festa pubblici per proteggere le persone dal caldo.

Nella città di Bandar Mahshahr, in Iran, l’indice di calore - la temperatura percepita dagli uomini tenendo conto dell’umidità - ha raggiunto venerdì i 74 gradi Celsius, vicino a livelli di calore più alti mai registrati dall’indice, con il record di 81 gradi Celsius detenuto dalla città di Dhahran, in Arabia Saudita, temperatura registrata l’8 luglio 2003.

Nella vicina Iraq, la scorsa settimana l’indice di calore ha raggiunto livelli superiori ai 49 gradi Celsius, portando i funzionari pubblici a decretare quattro giorni di festa, in quanto le temperature sono troppo alte per riuscire a lavorare, come ha riportato il Telegraph. Le autorità pubbliche hanno invitato i cittadini a rimanere al riparo dal sole e bere molta acqua, mentre l’elettricità nazionale è diventata instabile a causa del caldo.

I 73 gradi Celsius sono stati registrati venerdì alle 16.30, ora locale, dagli esperti di meteorologia che hanno detto che il Paese sta affrontando un’ondata di calore con temperature urbane che sono tra le più alte mai sopportate dall’uomo. Il giorno prima, nella stessa città, il termometro ha fatto registrare la temperatura di 70 gradi Celsius.

Il Tempo Previsto dalla mappa del NOAA è inquietante

Clima estremoLa mappa NOAA sotto riportata, dovrebbe preoccuparvi molto. Raytheon fornisce la modellistica meteo a NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) e al National Weather Service.

Raytheon è un giocatore importante nel campo dell’ingegneria climatica in corso. I fatti appena menzionati aggiunte fino a questo momento, le mappe, come quella qui sotto rappresentano niente di meno che il “tempo previsto”.

I Sistemi meteorologici globali sono completamente manipolati e lo sono da molto tempo.

Fino a che punto possono i creatori del meteo forzare i sistemi di climatizzazione e di supporto vitale della Terra e aggiungerli ai propri ordini del giorno?

Quanto ancora si può chiedere al pianeta?

Se l’ingegneria del clima non si ferma velocemente, le conseguenze di esposizione a questi programmi portano dritti alla fine totale.

La “previsione” della mappa sotto mostra l’inizio del passaggio da normali temperature, ad alte temperature (2-3 gradi per ogni tonalità di colore sopra o sotto la norma a seconda della tonalità del colore).

Pagine