Fantapolitica: la Sardegna un cantone svizzero

Bandiera svizzera sul lago di BrienzIl gruppo di internauti sardi che ha lanciato la petizione “Per una Sardegna indipendente e per la sua adesione alla Confederazione Elvetica!” torna alla carica e propone la messa in vendita dell’isola

“Benvenuti in Sardegna, ventisettesimo cantone Svizzero”, così potrebbero recitare i cartelli ‘all’entrata’ dell’isola (per ora) italiana se la proposta dei suoi abitanti fosse accolta, e realizzabile.

L’iniziativa è già di qualche tempo fa: un gruppo di sardi, prima su Facebook e poi con un apposito sito internet (cantonmarittimo.org), ha lanciato la petizione “Per una Sardegna indipendente e per la sua adesione alla Confederazione Elvetica!”, raccogliendo il favore di molti concittadini, ma, scrivono, anche di molti svizzeri, in particolare ticinesi, che accolgono volentieri l’idea di veder sventolare la bandiera rossocrociata, ovviamente con l’aggiunta dei quattro immancabili mori, per le coste dell’isola.

Per quanto irrealizzabile, il gruppo sul portale, organizzato con tutti i crismi, ribadisce più volte che non si tratta di una semplice goliardata ma del tentativo di lanciare un dibattito serio. È, per i promotori, di una proposta vincente su entrambe i fronti: la Svizzera avrebbe finalmente il suo sbocco sul mare e la Sardegna potrebbe chiudere definitivamente con Roma.

“Dobbiamo reagire per uscire da una crisi senza prospettive e dare a noi stessi un futuro – si legge nella petizione online –.

Putin sanziona pesantemente gli Usa: l'intera Russia esce dal circuito Visa – Mastercard

Vladimi Putin blocca la Visa e la Mastercard in RussiaAltra straordinaria mossa da scacco matto di Putin, dopo quella di usare la valuta cinese e non più l'euro o il dollaro americano come valuta di riserva: l'intera Russia esce dal circuito Visa - Mastercard e si organizza per avere le proprie carte di credito!

Questa decisione - finanziariamente vantaggiosissima per la Russia - produce un danno clamoroso ai colossi americani del pagamento con carta di credito: perdono in un colpo solo 100 milioni di clienti.

La decisione di Putin nasce perché Obama ha dato ordine a Visa e Mastercard di bloccare le transazioni in Russia. Solo che, questa decisione si è rivoltata come un boomerang contro i colossi americani che non si aspettavano che al Russia fosse pronta - in pochi giorni - a sostituirli.

Ne scrive il sito economico in lingua inglese rt.com

L'articolo:

“La decisione dai sistemi di pagamento internazionali Visa e MasterCard di bloccare il loro uso in Russia ha innervosito alcune imprese russe. Nel frattempo, Mosca afferma che il proprio sistema di pagamento elettronico nazionale può diventare pienamente operativo entro pochi mesi. (Ma già da ora alcune grandi banche l'hanno messo in atto).

Le macchine volanti aliene sono delle Bio-Astronavi

Nel 1996 l’amico Robert Dean, ospite a Roma per un congresso mondiale sugli UFO, mi raccontò dei suoi “incontri” con Entità Extraterretri e le loro astronavi, quando era in servizio come Maggiore dell’Esercito degli Stati Uniti, presso lo SHAPE, quartier generale delle Forze Alleate NATO. Robert, per gli amici “Bob”, alla mia domanda, su come funzionavano le astronavi ET, mi disse che vi erano ipotesi confermate da scienziati e piloti della Marina USA, che quelli che noi chiamiamo UFO, erano in realtà Bio-Astronavi, ovvero scafi alieni che funzionavano similmente a “organismi viventi”.

La certezza di questa “ipotesi” arrivava da David Adair, consulente tecnologico che ha lavorato presso il sito S3 di Groom Lake nell’Area 51 ed è uno dei pochi testimoni che durante una intervista video, ha confermato i suoi incontri con una astronave aliena e di averne visionato la struttura del motore. Oltre a David, Bob mi disse di aver parlato con due piloti della Marina Militare degli Stati Uniti d’America (la Marina gestisce l’impianto di Groom Lake -S4) e di aver trovato conferme, riguardo il fatto che all’interno della struttura, gli esperti, scienziati e tecnici, non sapevano come far volare le astronavi ET.

Uno dei piloti disse a Bob che per guidare le astronavi o Bio-Astronavi, vi era la necessità di entrare in uno stato di “meditazione” e provare amore per quell’apparato bio-organico. Appena entrati in connessione o in una sorta di “stato empatico” con lo scafo alieno, questo si illuminava e si sollevava di qualche metro da terra.

LE BIO MACCHINE

Pagine