Massoneria

Trident Juncture 2015: Mega esercitazioni Nato. Messaggio di pace per Putin...

Putin e Obama“C'è qualcosa di perverso in ciò che sta accadendo a livello internazionale.

Mai, dal Kosovo ad oggi, abbiamo avuto una guerra in corso così vicina al cuore dell'Europa ma pare che a nessuno importi.

L'Ucraina è stata prima violata con un vero e proprio colpo di stato ad opera dell'Occidente, poi si è rimpiazzata la sua amministrazione con una vicina agli USA e, adesso, la si vuole trasformare in una base NATO per lanciare l'attacco finale alla Russia.

Ieri Obama ha rilasciato dichiarazioni molto preoccupanti in cui annunciava una maggiore militarizzazione dell'est Europa ma voglio ricordarvi tutto ciò che è già stato fatto per inasprire i rapporti e portarli sulla soglia di una nuova guerra mondiale.

Dopo una prima fase denominata “Noble Jump” tenuta nel mese di aprile in Polonia con la partecipazione delle forze tedesche e italiane, di recente c'è stata una seconda esercitazione in Scozia, chiamata “Joint Warrior”, che, come ammesso dalla NATO, è stata la più grande esercitazione navale mai realizzata.

Tutto questo è stato fatto per preparare il cosiddetto "Trident Juncture 2015", la più grande esercitazione militare dopo la caduta del muro di Berlino, che si terrà in Italia dal 28 settembre al 9 novembre alla presenza di tutte le forze della NATO.

I Black Bloc sono un affare di stato

Black Bloc I Black Bloc sono un fenomeno foraggiato e organizzato dal sistema politico e sfruttato dai mass media. I Black Bloc altro non sono che agenti dei servizi segreti, che hanno il compito di creare il caos.

Si crea un problema falso, perché creato dalla élite al potere, e si allontana in questo modo la gente dal vero problema: cioè che la globalizzazione sta uccidendo le nostre colture, sta affamando le popolazioni del terzo mondo, sta distruggendo la nostra agricoltura lasciandola in mano alle multinazionali.

Questi finti Black Bloc sbucano da un momento all’altro per incendiare e creare caos. Poi nascosti dai fumogeni gettano via le scarpe, gli impermeabili, i guanti e i cappelli, abbandonano tutto in strada per tornare a nascondersi tra la folla. E poi come Babbo Natale spariscono. È tutto deciso a tavolino. La loro tecnica è quella tipica dei servizi, quella usata in tutti i movimenti e le forze politiche: si infiltra un movimento, per piegarlo a fini che il sistema approva. Pratica ben collaudata in Italia dagli anni ’70.

Dati i mezzi di cui oggi sono dotati i nostri servizi segreti e le nostre forze dell’ordine, non dovrebbe essere troppo difficile individuare questi gruppi e smantellarli in quattro e quattro otto.

Perché non lo fanno?

Soros parla di terza guerra mondiale tra Cina E Usa

George Soros"Non è un'esagerazione" affermarlo, secondo l'investitore. Pechino: dollaro appartiene al passato. Finlandia allerta 900 mila riservisti "in caso di guerra".

A meno che gli Stati Uniti non facciano “concessioni importanti” e consentano alla valuta cinese di entrare a far parte del basket di divise del Fondo Monetario Internazionale, c'è il pericolo reale che la Cina stringa un'alleanza politica e militare con la Russia.

“A quel punto la minaccia di una terza Guerra Mondiale diventerebbe reale”. A lanciare l'avvertimento è George Soros, illustre investitore che ha fatto fama e fortuna speculando al ribasso contro la sterlina e la lira a inizio Anni 90, in un intervento alla conferenza di Bretton Woods della Banca Mondiale.

Il futuro della geopolitica ed economia mondiale dipende molto da cosa succederà in Cina dal punto di vista politico ed economico.

Secondo Soros se i tentativi di Pechino di trasformare la propria economia da una macchina da esportazioni a un motore alimentato dalla domanda interna falliranno, c'è la possibilità che i leader cinesi optino per fomentare un conflitto esterno, che mantenga il popolo unito e garantisca una continuità di governo.

Pagine