Propaganda

Donald Trump con un tweet chiarisce sull’attacco alla Siria

Donald Trump con un tweet chiarisce sull’attacco alla SiriaIl presidente degli Stati Uniti Donald Trump con un tweet frena sull’attacco alla Siria: “mai parlato di tempi certi”.

“Non ho mai detto quando un attacco alla Siria avrebbe avuto luogo. Potrebbe avvenire presto o affatto tanto presto!

In ogni caso, gli Stati Uniti, sotto la mia amministrazione, hanno fatto un ottimo lavoro per liberare la regione dall'ISIS. Dov'è il nostro ‘Grazie America?” ha scritto Trump su Twitter.(1)

All'inizio di aprile l'Occidente ha accusato Damasco senza alcuna prova di aver bombardato la città siriana di Duma con bombe al cloro.

Secondo il ministero degli Esteri russo tali notizie servono solo a proteggere i terroristi e giustificare un possibile attacco militare dall'esterno.

Marcello Foa: i punti oscuri nel caso Skripa

Marcello Foa: I punti oscuri nel caso SkripaSiamo proprio sicuri che ad avvelenare l’ex spia Skripal e sua figlia siano stati i russi? Permettetemi di avanzare più di un dubbio esaminando con attenzione le notizie uscite finora. I punti che non tornano sono questi:

Primo. Qual è il movente?

Quale l’interesse per Putin? Mi spiego: tutti riconoscono al presidente russo grande sagacia nel calibrare le sue mosse. Eccelle sia nella strategia che nella tattica. Da tempo sappiamo che gli Stati Uniti (i quali trainano l’Europa) sono impegnati in un’operazione di logoramento del Cremlino volto a ottenerne un riallinamento su posizioni filoamericane, che potrà essere ottenuto con certezza solo attraverso un cambio di regime ovvero con l’uscita di scena di Putin. Siccome una rivolta colorata è inattuabile, lo scenario è quello di rendere insostenibile il peso delle sanzioni e dell’isolamento internazionale, inducendo le élite russe a ribellarsi al presidente appena rieletto.

In questo contesto, ogni pretesto viene sfruttato per innervosire o indebolire Putin. Conoscendo l’obiettivo finale, bisogna chiedersi: ma che interesse aveva il presidente russo a tentare di eliminare un’ex spia, peraltro fuori dai giochi, ricorrendo al più spettacolare dei tentativi di omicidio, l’unico che – dopo la vicenda del polonio – tutto il mondo avrebbe attribuito al Cremlino?

Il nuovo sistema missilistico ipersonico russo "AVANGARD"

Il nuovo sistema missilistico ipersonico russo AVANGARDIl Ministero della Difesa russo ha firmato un contratto per la produzione in serie del sistema missilistico ipersonico Avangard, ha dichiarato il vice ministro della Difesa russo Yuri Borisov il 12 marzo in un'intervista al quotidiano del ministero della Difesa Krasnaya Zvezda.

L'agenzia di stampa statale russa TASS ha fornito ulteriori dettagli sul sistema avanzato di armi

Manovra e prova della testata spaziale

Secondo fonti aperte, la testata ipersonica teleguidata (la testa spaziale) del sistema di missili balistici intercontinentali di Avangard ha il nome in codice 15Yu71. È stato sviluppato nell'ambito del lavoro di ricerca e sviluppo “4202” da parte di specialisti della "Military and Industrial Corporation" “associazione di ricerca e produzione di costruzione di macchine” (la città di Reutov) sotto la guida del Chief Designer Pavel Sudyukov. L'Agenzia spaziale federale della Russia ha svolto il ruolo di committente del lavoro di ricerca e sviluppo "4202".

Rispetto alle testate tradizionali dei missili balistici intercontinentali, che seguono la traiettoria balistica verso i loro obiettivi, la testata manovrabile aliante percorre una parte della sua traiettoria di volo ad un'altitudine di diverse decine di chilometri negli strati densi dell'atmosfera.

Mentre manovra lungo la sua traiettoria di volo e in base alla sua altitudine, la testata dell'aliante è in grado di scavalcare l'area delle capacità di rilevamento e distruzione della difesa missilistica.

Pagine