Booking.com

Il pianeta X si troverebbe ai margini del nostro sistema solare

La prova del pianeta X - il misterioso pianeta ipotizzato ai margini del nostro sistema solare - ha preso un nuovo giro, grazie alla matematica di un noto astronomo.

Rodney Gomes, un astronomo al National Observatory del Brasile a Rio de Janeiro, dice che le orbite irregolari di piccoli corpi ghiacciati oltre Nettuno, implicano che un pianeta 4 volte la misura della Terra sta turbinando intorno al nostro Sole, ai margini del sistema solare.

Il Pianeta X, forse così chiamato erroneamente, ora che Plutone è stato degradato a pianeta nano, è stato ipotizzato per decenni ma non è stato mai provato.

Gomes ha misurato le orbite di 92 oggetti nella fascia di Kuiper (piccoli corpi e pianeti nani) e ha detto che 6 oggetti appaiono come strappati via dal loro corso, se comparati alle loro presumibili orbite.

Il pianeta ipotetico, - 4 volte la Terra - fluttuerà tra Nettuno e Plutone e causerà disturbi nella fascia di asteroidi di Kuiper.

Martedì (22 maggio 2012) Gomes ha detto agli astronomi alla American Astronomical Society che la ragione più probabile delle orbite irregolari era un "compagno della massa planetaria solare": un corpo distante della misura di un pianeta, che è potente abbastanza per muovere gli oggetti nell'orbita della fascia di Kuiper.

Pesante attività di aerosol clandestina ed illegale

GeoingegneriaIn queste ore (al momento della pubblicazione di questo articolo), assistiamo ad una pesante attività di aerosol clandestina ed illegale. Tali operazioni privilegiano l'Italia del Nord, il Mar Tirreno e la Sardegna.

Infatti le correnti da Nord dovrebbero creare una consistente nuvolosità sul paese, per cui vengono create le famigerate "innocue velature" che hanno lo specifico scopo di assorbire l'umidità atmosferica e di impedire la formazione di nubi naturali, fastidiose per i satelliti ed i radar di ultima generazione.

Paradossalmente sulle zone colpite dalle forti scosse telluriche dei giorni scorsi sono previsti forti temporali. Sull'Emilia Romagna, infatti, non sono attualmente presenti coperture chimiche. Per il pomeriggio di sabato sono quindi prevedibili precipitazioni, anche a carattere temporalesco.

Sul resto del territorio italiano le attività di geoingegneria saranno concentrate nelle ore notturne. Faranno eccezione le regioni Nord Occidentali e la Sardegna, mentre molti sorvoli diurni verranno intensificati sul mare, giacché i venti favoriranno poi lo spostamento delle coperture sulle regioni centro-meridionali.

Corsa agli sportelli: in Italia hanno preso il volo 274 mld di euro

Valigia piena di soldiProsegue quasi inarrestabile il deflusso di capitali dall'Italia verso il Nord Europa.

La chiave di volta di una notizia che tiene banco da mesi e che è stata commentata anche dal premier Mario Monti, trova per la prima volta conferma ufficiale in un passaggio del Bollettino della Banca d'Italia sull'evoluzione "dei saldi del sistema di pagamento Target 2".

Dietro al titolo dell'analisi di certo non accattivante c'è però un dato significativo: gli italiani stanno spostando ingenti masse di denaro dalle banche domestiche a quelle estere. Si tratta di una cifra molto consistente, che a marzo avrebbe toccato 274 miliardi di euro.

Le cifre ufficiali si fermano però a dicembre del 2011, quando l'emorragia era da tempo in atto e sfiorava 200 miliardi; a tanto ammonta infatti la "passività verso l'Eurosistema" della Banca d'Italia, ovvero tutti i pagamenti, importazioni e investimenti all'estero, del sistema Italia, intermediati dalle banche del Belpaese per via della banca centrale e che diventano un debito nei confronti della Bce, che funge a sua volta da cassa di compensazione finale.

"Dall'avvio della crisi del debito sovrano si è registrato un forte incremento dei flussi di pagamento per il tramite del sistema di regolamento transeuropeo Target 2 dai Paesi dell'area maggiormente interessati dalla crisi verso quelli ritenuti più solidi dagli operatori di mercato", scrivono gli economisti di Palazzo Koch.

Pagine