Globalizzazione

Forum di Cernobbio: Monti e Letta scatenati contro il denaro contante

Mario Monti e Enrico LettaL’Unione Europea è un’istituzione amica della lotta contro evasione ed elusione fiscale, o almeno è questa l’immagine che ne viene data a margine del Forum di Cernobbio che raccoglie la crema dell’alta finanza e del mondo accademico e politico.

L’indignazione popolare nei confronti delle multinazionali che, approfittando di aliquote favorevoli divergono i flussi di pagamento fiscale laddove è più conveniente, è forte.

“Il problema è che o ci mettiamo insieme come Europa a farlo questo lavoro” di armonizzazione delle aliquote fiscali sui redditi delle società, “oppure è chiaro che un ministro e un Paese membro” sarà solo di fronte a una multinazionale che minaccia di andarsene se l’imposizione non è più adeguata, dice al Fatto l’ex premier Enrico Letta.

Il fatto che sia la dimensione europea a poter rimettere nei ranghi la corsa al ribasso delle aliquote fiscali per attirare il denaro delle multinazionali lo dimostrano, sostiene il professor Mario Monti, casi come quello dell’Irlanda con Apple, costretta dalla Commissione Ue a esigere le entrate mancate da parte del colosso tecnologico. Ricordiamo che l’Ue ha in cantiere un progetto di Coroporate tax comune la Ccctb, anche se è facile immaginare forti resistenze da parte dei Paesi che attualmente godono di benefici competitivi dati da imposte sulle società più basse.

“Sono gli stati membri che dicono che l’Ue è l’alleata della globalizzazione contro il cittadino”, prosegue Letta, sostenendo che piuttosto è vero il contrario.

Debito mondiale a quota 215 mila mld di dollari

DollariIl debito mondiale complessivo è letteralmente esploso negli ultimi tempi, salendo a un ritmo impressionante nell’ultimo decennio.

I debiti accumulati si sono attestati a un nuovo record assoluto di 170 mila miliardi di sterline l’anno scorso, una cifra pari a oltre 215 miliardi di dollari. Sono i dati record pubblicati dall’Instituto di Finanza Internazionale (IIF).

Il report dell’IIF mette in evidenza come i livelli di debito complessivi dei paesi della Terra, che comprendo quindi non solo la sfera pubblica, ma anche quella privata come aziende e famiglie, sono aumentati di più di $70 mila miliardi negli ultimi dieci anni, a quota $215 mila miliardi (trilioni per usare il vocabolo usato in lingua inglese per descrivere le unità di migliaia di miliardi) nel 2016.

Si tratta di una somma equivalente al 325% del Pil mondiale.

L’Istituto sottolinea che i mercati in via di Sviluppo sono sempre più fonte di preoccupazione, rappresentando una minaccia maggiore alla stabilità finanziaria e all’economia globale.

Globalizzazione: tutti connessi e controllati nelle Global Network Cities

Global Network Cities“Invieremo un messaggio, un messaggio da tutte le voci del mondo, su chi siamo veramente e su come vogliamo essere, come un’alleanza di Nazioni e una comunità globale.” (Loretta Lynch)

L’alba delle smart-cities, un network di megalopoli tutte connesse e integrate per garantire l’ordine e la sicurezza è alle porte.

L’umanità sta per entrare nel periodo più buio della sua storia, ma in pochi vedranno cosa si cela dietro questo inganno. Una coesione di intenti su larga scala, basati sulle più avanzate tecnologie di realtà aumentata, reti neurali e altri “prodigi” della scienza occulta.

Ora tu, Daniele, conserva segreto questo messaggio, non svelare il contenuto di questo libro prima del tempo della fine. Allora molti lo consulteranno e la loro conoscenza crescerà. (Daniele 12:4)

Gli eventi di cronaca nera a livello mondiale, saranno il propulsore per completare questo progetto, che sarà successivo al disordine, alla legge marziale e a guerre civili più o meno controllate.

Pagine