Globalizzazione

La sostituzione etnica in Italia potrebbe non essere casuale. Chi c'è dietro?

Migranti e Beppe GrilloGli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di “un record senza precedenti” visto che “in poco più di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare”, ma, segnala il blog di Beppe Grillo “c'è un nuovo capitolo che sta emergendo in queste ore e che merita attenzione. Perché a quanto pare l'escalation di arrivi negli ultimi giorni potrebbe non essere casuale”.

“Potrebbe esserci dietro una regia e a dirlo non è il M5S, bensì anche un'inchiesta aperta dalla Procura di Catania”, si legge. “Oltre ai trafficanti di esseri umani in Libia, sta emergendo la questione delle navi di alcune Ong private che soccorrono in mare sistemandosi al limite delle acque territoriali libiche, o spingendosi addirittura all'interno”, segnalano i 5 Stelle.

“Parliamo - spiega il blog - di circa una dozzina di ONG tedesche, francesi, spagnole, olandesi, e molte di queste battono bandiere panamensi o altre 'bandiere ombra'. Se ne starebbero 'parcheggiate' a Malta, per poi avvicinarsi a poche miglia dalle coste libiche, e sempre nella stessa area molto circoscritta in prossimità di Tripoli. Caricano i migranti, salpati su gommoncini economici adatti a percorrere quelle poche miglia, e poi li consegnano ai porti italiani prima di ritornare alla loro base maltese”.

Forum di Cernobbio: Monti e Letta scatenati contro il denaro contante

Mario Monti e Enrico LettaL’Unione Europea è un’istituzione amica della lotta contro evasione ed elusione fiscale, o almeno è questa l’immagine che ne viene data a margine del Forum di Cernobbio che raccoglie la crema dell’alta finanza e del mondo accademico e politico.

L’indignazione popolare nei confronti delle multinazionali che, approfittando di aliquote favorevoli divergono i flussi di pagamento fiscale laddove è più conveniente, è forte.

“Il problema è che o ci mettiamo insieme come Europa a farlo questo lavoro” di armonizzazione delle aliquote fiscali sui redditi delle società, “oppure è chiaro che un ministro e un Paese membro” sarà solo di fronte a una multinazionale che minaccia di andarsene se l’imposizione non è più adeguata, dice al Fatto l’ex premier Enrico Letta.

Il fatto che sia la dimensione europea a poter rimettere nei ranghi la corsa al ribasso delle aliquote fiscali per attirare il denaro delle multinazionali lo dimostrano, sostiene il professor Mario Monti, casi come quello dell’Irlanda con Apple, costretta dalla Commissione Ue a esigere le entrate mancate da parte del colosso tecnologico. Ricordiamo che l’Ue ha in cantiere un progetto di Coroporate tax comune la Ccctb, anche se è facile immaginare forti resistenze da parte dei Paesi che attualmente godono di benefici competitivi dati da imposte sulle società più basse.

“Sono gli stati membri che dicono che l’Ue è l’alleata della globalizzazione contro il cittadino”, prosegue Letta, sostenendo che piuttosto è vero il contrario.

Debito mondiale a quota 215 mila mld di dollari

DollariIl debito mondiale complessivo è letteralmente esploso negli ultimi tempi, salendo a un ritmo impressionante nell’ultimo decennio.

I debiti accumulati si sono attestati a un nuovo record assoluto di 170 mila miliardi di sterline l’anno scorso, una cifra pari a oltre 215 miliardi di dollari. Sono i dati record pubblicati dall’Instituto di Finanza Internazionale (IIF).

Il report dell’IIF mette in evidenza come i livelli di debito complessivi dei paesi della Terra, che comprendo quindi non solo la sfera pubblica, ma anche quella privata come aziende e famiglie, sono aumentati di più di $70 mila miliardi negli ultimi dieci anni, a quota $215 mila miliardi (trilioni per usare il vocabolo usato in lingua inglese per descrivere le unità di migliaia di miliardi) nel 2016.

Si tratta di una somma equivalente al 325% del Pil mondiale.

L’Istituto sottolinea che i mercati in via di Sviluppo sono sempre più fonte di preoccupazione, rappresentando una minaccia maggiore alla stabilità finanziaria e all’economia globale.

Pagine