Quale verità si nasconde dietro il business dell'acqua in bottiglia

Bottiglie di plastica L'altra sera mi sono fermato al distributore di benzina, e nell'attesa ho approfittato per comprare una bottiglietta d'acqua dall'autogrill. In esposizione c'era una mezza dozzina di marchi, con almeno altrettante variazioni delle suddette marche, andando a costituire un buon terzo delle bevande disponibili.

E di tutte le acque in bottiglia che ho assaggiato nella mia vita, ben poche mi sono sembrate diverse dall’acqua di rubinetto. La differenza in fondo sta nel sapore (che deriva da trascurabili quantità di minerali/elementi chimici). L’acqua—le due parti di idrogeno e quella parte di ossigeno di cui abbiamo bisogno—non cambia mai, fintanto che rimane acqua. A meno che gli americani non inizino a bere quella Gran Lago Salato [il lago salato appena fuori Salt Lake City, appunto], gran parte degli elementi non cambiano molto nell’economia di quanto questa ci fa bene o male.

Non importa se la trovate nel caffè, se è quella di una sorgente in alta montagna, o se arriva da quella che molto probabilmente è la migliore riserva della vostra città, con un po' di fluoruro e cloruro; in qualsiasi forma la assumiate, il vostro corpo la userà. Infatti, una larga percentuale dell’acqua che ci serve è coperta dal cibo. È addirittura possibile che nel vostro organismo ci sia un surplus di liquidi, anche quando conducete una dieta discutibile come quella a base di Fonzies e carne essiccata.

Tumore alle ovaie: meglio non usare il talco nell'igiene intima

TalcoUna ricerca americana ha intervistato le donne che fanno un uso regolare di talco nelle zone genitali, scoprendo che aumenterebbe del 24 % il rischio di contrarre un tumore

Una ricerca americana condotta su alcune donne che sono state intervistate sulle loro igiene intima avrebbe scoperto che il talco usato nelle aree genitali aumenterebbe del 24% il rischio di contrarre il cancro alle ovaie.

Si tratta di una ricerca scientifica condotta dai ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston, negli Stati Uniti d’America.

Lo studio è poi stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Cancer Prevention Research. Il rischio sarebbe stato valutato solo su quelle parti del corpo.

Le donne intervistate che non avevano abitudine di utilizzare il talco nelle zone intime infatti non hanno avuto un incremento nel rischio di contrarre un tumore.

Lo sapevi che nei dentifrici c'è il Fluoruro di sodio, un prodotto tossico?

DentifriciSapevi che il fluoruro di sodio contenuto in diversi prodotti e alimenti è tossico? È infatti un ingrediente presente nei veleni per topi e scarafaggi, negli anestetici, nei farmaci psichiatrici (Prozac) e ipnotici e nel gas nervino.

Diverse scoperte scientifiche hanno rivelato che il fluoruro provoca vari disturbi mentali, danneggia la struttura ossea e peggio riduce la durata della vita.

Fluoruro di sodio. Ricerche scientifiche

I danni accertati dall’ingestione del fluoro sono: rischi al cervello, rischi per la ghiandola tiroidea, rischio per le ossa, rischi per pazienti sofferenti ai reni, ecc.

Il fluoruro si accumula nelle ossa e le rende più fragili e soggette a fratture: danneggia gli enzimi, in particolare quelli delle ossa, che contengono il 99% del fluoruro del corpo. Con gli enzimi danneggiati dal fluoruro e incapaci di produrre il collagene necessario a mantenere le ossa forti e in buona salute, esse divengono fragili e deboli.

Fluoruro di sodio. Alcune fonti contenente fluoro

Evita dunque il più possibile l’assunzione di fluoro, leggi le etichette dell’acqua in bottiglia, cerca un dentifricio senza fluoro.

Pagine